Le barzellette di Silvio – Il campeggio

Barzellette di Silvio

Berlusconi, ricicla  barzellette per denigrare i suoi avversari politici,  scopiazza slogan della sinistra extraparlamentare degli anni ’70, per fare propaganda, assumendo atteggiamenti mussoliniani per fomentare i suoi seguaci. Immagino la sua felicità nel vedersi riciclato in questa barzelletta che ho leggermente modificato.

Silvio Berlusconi e il suo fido Giulio Tremonti, dopo la delusione per l’esito delle ultime votazioni, per sbollire la rabbia, decidono di ritirarsi in campeggio. Dopo una striminzita cena e aver scolato il residuo di un’ottima bottiglia di vino trovata nei paraggi, si ritirano in tenda e si addormentano profondamente. A un certo punto della notte Silvio si sveglia e scuote l’amico creativo.
«Giulio, Giulio, guarda in alto nel cielo e dimmi cosa vedi!».
«Vedo milioni e milioni di euri, ehm, stelle, Silvio».
«E cosa ne deducete?» chiede Silvio.
Tremonti riflette a lungo e poi replica: «Beh, da un punto di vista astronomico, questo mi fa pensare che ci sono nel cielo milioni di galassie e quindi, potenzialmente, miliardi di pianeti. Da un punto di vista astrologico, mi fa osservare che Saturno è in Leone e Prodi è in carica. Da un punto di vista orario, guardando la Luna, ne deduco che sono circa le 3:15 e la sveglia che abbiamo preso, continua a suonare. Da un punto di vista meteorologico, mi aspetto che domani avremo una bruttissima giornata.  Ma perchè me lo chiedete? Cosa suggerisce a voi tutto questo?»
Silvio rimane un attimo in silenzio e poi esclama: Giulio, siamo due idioti! Uno di noi due ha rubato la tenda!»

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

6 thoughts on “Le barzellette di Silvio – Il campeggio

  1. tutti e due hanno rubato la barzelletta al passato quando i protagonisti erano sherlock Holmes e il dr. Watson. C’era disponibile la prima assoluta, che potrebbe essere variata: il Presidente B. trova l’Italia secondo lui in difficoltà, telefona all’ONU per sentire cosa fare, quelli gli chiedono se è viva o morta, poi sentono un’enorme esplosione, e risentono il Presidente che dice, mi ha suggerito Bush di usare uno dei suoi missili per la verifica, adesso sono sicuro l’Italia è morta, cosa debbo fare, allora dall’ONU gli dicono vedi un po’ di perdere di poco e attacca il coglione che ha vinto, avrai buone probabilità di sembrare tu il migliore…

Lascia un commento