Terremoti made in Japan – dispositivo tecnologico è in grado di allertare, con 20 secondi di anticipo, l'arrivo del terremoto

EQGuard, prodotto da una società Giapponese,  è un piccolo dispositivo che può allertare, con 20 secondi d’anticipo, l’arrivo di un terremoto. Lo strumento elabora le informazioni fornite dall’agenzia meteorologica giapponese JAMA.
EQGuard (vedi foto a lato) è collegato con Internet, quando riceve l’avviso di un terremoto, lancia l’allarme con un forte segnale sonoro, contemporaneamen-te,  inizia il conto alla rovescia dei  20 secondi che separano dall’arrivo del terremoto.
Gli allarmi lanciati dallo JAMA, si basano sul monitoraggio delle onde primarie del terremoto, più veloci delle tipiche onde secondarie che causano i veri danni.
Kazuo Sasak, presidente della SunShine Co. Ltd, ha affermato che 51 milioni di giapponesi,  sono stati invitati ad utilizzare il sistema. Attualmente ad interagire sono il 20% delle famiglie.
L’idea del dispositivo è ottima, non voglio sminuirla, ma a quanto si legge, necessita di qualche miglioria. La prima riguarda l’epicentro del terremoto, a detta dei progettisti,  quando si manifesta sotto l’abitazione (una vera sfortuna),  il dispositivo non segnala nulla; il secondo problema è l’allarme terremoto lanciato dallo JAMA: qualche volta ha segnalato terremoti inesistenti.
In Giappone, la popolazione è profondamente interessata ai terremoti, nel 1995, un evento sismico nella zona centrale del Giappone, ha causato la morte di 6.400 persone; nel 2004, più di 3.400 persone sono rimaste ferite in un terremoto che ha interessato la parte Nord della regione di Niigata.
Liberamente tradotto da Technovelgy

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

2 thoughts on “Terremoti made in Japan – dispositivo tecnologico è in grado di allertare, con 20 secondi di anticipo, l'arrivo del terremoto

  1. …chissà se bastassero davvero quei 20 secondi per evitare di essere travolti dal terremoto!

  2. TheHours i 20 secondi per salvarsi sembrano pochi, al posto di niente, sono tanti :-). Baciotto*

Lascia un commento