Ecco MyShake trasforma gli smartphone in rilevatori di terremoto (video)

Un’applicazione sviluppata da un team di ricercatori dell’University of California, Berkeley e la Silicon Valley Innovation Center di Deutsche Telekom può trasformare gli smartphone in rilevatori di terremoto. L’applicazione gratuita Android soprannominata MyShake utilizza accelerometri per rilevare i terremoti e avvertire gli scienziati dopo pochi millisecondi.
Il team responsabile della creazione di MyShake ha detto che l’obiettivo è di creare una rete di rilevazione sismica in tutto il mondo che potrebbe mettere in guardia gli utenti su imminenti scosse di terremoto nelle vicinanze.
Ogni smartphone attraverso MyShake, si trasforma in una piccola cella di una vasta rete di rilevamento del terremoto, naturalmente è stato necessario sviluppare un algoritmo per distinguere i terremoti dalle quotidiane normali attività. Un’altra difficoltà affrontata dagli sviluppatori è stata il consumo della batteria, ed è lì che la Deutsche Telekom ha dato il suo contributo per aiutarli, l’app in background, non impatta sui consumi di batteria e sulle prestazioni.

Richard Allen, direttore del Berkeley Seismological Laboratory presso l’Università della California ha detto:
«Come sismologhi fatichiamo a pensare il modo di raccogliere più informazioni sui terremoti. Siamo limitati nelle nostre scoperte, abbiamo bisogno di più dati per capire la fisica dei processi di terremoto per poter meglio prevedere cosa accadrà in terremoti futuri, ciò permetterà di costruire edifici migliori e pensare ad altre strategie per ridurre gli effetti dei terremoti».
MyShake appena rileva un tremore, invia i dati a un server centrale al Berkeley Seismological Laboratory, include il luogo, l’orario e la grandezza. I dati sono poi combinati con altri rapporti, inviati dai cellulari nelle vicinanze. Gli scienziati, pertanto, si aspettano che in futuro sarà possibile avvertire gli utenti prima di essere colpiti dal terremoto. Naturalmente, per rendere quest’avviso pienamente operativo, più persone devono installare l’app, in questo modo più dati si raccolgono e più il servizio diventa accurato nelle sue statistiche e previsioni.
L’app MyShake è stata presentata a Washington in occasione della conferenza annuale dell’American Association for the Advancement of Science, ora è disponibile solo per i dispositivi Android, in futuro e prevista la realizzazione di una versione anche per iOS.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento