Toys made in China

Frammenti di vita e volti in una fabbrica di giocattoli cinesi

I volti nela fabbrica di giocattoli cinesi

Ricordate il recente scandalo dei giocattoli, ritirati dalla Mattel, dopo la scoperta di notevoli quantità di piombo nelle vernici dei giocattoli prodotti in Cina?
Lo scandalo che ha terrorizzato il mondo, lo ricordo bene, anche per il gran risalto dato dai media.
A distanza di mesi, leggo con sorpresa (forse per mia distrazione o per il meno clamore dato dalla stampa), la notizia che la Mattel, si è scusata con i cinesi per averli danneggiati, ritirando dal mecato i loro giocattoli ritenuti tossici.
Lo scandalo dei giocattoli cinesi, rientrato dopo le scuse della Mattel, offre l’occasione di poter guardare con più curiosità e meno critica, l’interno di una fabbrica di giocattoli cinesi, nella provincia di Guangdong, per vedere in questi frammenti fotografici – le condizioni di vita dei lavoratori cinesi, impegnati a produrre il 70% di tutti i giocattoli del mondo.
Liberamente tradotto da Mazm

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

4 thoughts on “Toys made in China

  1. è preoccupante vedere i lavoratori cinesi lavorare in condizioni vergognose in cina,ma la cosa piu tragica è vedere i cinesi lavorare in italia nelle stesse condizioni,e noi facciamo finta di nulla.vergogna

  2. Purtroppo dopo tanti anni il muro di Arcore è ancora fondamentale per le necessità fisiologiche degli italiani….

    Ciao da Skipper e un abbraccio.

  3. Melina2811 , ciao, grazie della visita :-).
    skipper246 ciao, contento, di rileggerti dopo tanto tempo.

Comments are closed.