Ecco SnappyScreen il geniale dispositivo che applica la crema solare in meno di dieci secondi (video)

Applicare la protezione solare sarà sempre più facile grazie a un nuovo dispositivo chiamato SnappyScreen, al mondo è il primo “sistema di applicazione della crema solare in modalità touchless“, già operativo presso alberghi negli Stati Uniti e nei Caraibi, tra cui l’Atlantis Resort nelle Bahamas. L’idea è di distribuire SnappyScreen in qualsiasi parte del mondo, in parchi acquatici, navi da crociera, country club, piscine pubbliche e spiagge per garantire a tutte le persone, una protezione solare ottimale.
SnappyScreen a differenza del metodo tradizionale di applicare la protezione solare sul proprio corpo, utilizza un sistema di nebulizzazione con diffusori per spruzzare in meno di dieci secondi uno strato perfettamente uniforme di crema solare.
Kristen McClellan, venticinquenne, inventore di SnappyScreen ha detto:
«L’idea è nata sei anni fa per colpa di mia sorella più grande, dovevo sempre aspettare per aiutarla a mettere la protezione solare. Ho presentato il dispositivo di spray abbronzante erogato in una cabina a un concorso come matricola presso la Cornell University. L’idea è piaciuta, ho vinto il secondo premio, subito dopo ho iniziato a lavorare per costruire il primo prototipo».

Come funziona
«Il dispositivo che ho chiamato SnappyScreen l’ho presentato al Four Seasons di Los Angeles a Beverly Hills. Ho dimostrato il suo funzionamento, dopo aver selezionato da un touch-screen il mio fattore di protezione solare desiderato tra quelli proposti (15, 30, o 40),  ho indossato una cuffia per la doccia e gli occhiali poi sono entrato nella cabina. Sette secondi più tardi, il piedistallo su cui mi trovavo ha iniziato a ruotare lentamente mentre il sistema di nebulizzazione dai diffusori spruzzava su tutto il mio corpo, un sottile strato di crema solare ad asciugatura rapida.
In meno di dieci secondi, senza sentirmi appiccicoso avevo la protezione solare su tutto il mio corpo. La praticità, la facilità d’uso del dispositivo, invoglia il pubblico – come consigliato – a riapplicare la protezione solare ogni due ore o dopo una nuotata o eccessiva sudorazione.
SnappyScreen dona una parte dei suoi profitti a programmi che si concentrano sulla formazione e la prevenzione del cancro della pelle. I benefici di SnappyScreen si estendono al di là del facile metodo di applicazione, la società ha formulato la propria protezione solare, ha ingredienti semplici e a differenza di molti filtri solari a spruzzo, è priva di alcool».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento