Commessa inglese riceve un sms, pensa al suo boy ma è la ditta che la licenzia

Una commessa di Cardiff è stata licenziata dalla catena di negozi di abbigliamento britannica per cui lavorava. La particolarità è che la decisione è stata comunicata alla ragazza tramite un sms. "Non penso che sia giusto mandare solo un messaggio" ha protestato lei. La ditta ha spiegato di essere "un’azienda giovane" e di aver voluto "evitare alla signorina l’imbarazzo di andare al negozio e tornare a casa".
"Abbiamo deciso che le sue abilità di commessa non hanno raggiunto gli standard di cui avevamo bisogno. Quindi non abbiamo più bisogno del suo lavoro. Riceverà il suo ultimo stipendio venerdì 28 luglio. Grazie per il suo tempo passato con noi". La povera Katy Tanner, 21 anni, a casa dal lavoro in malattia per un’emicrania, invece di un bel sms d’amore si è vista recapitare sul suo cellulare il benservito dalla ditta per cui lavorava. Un metodo sicuramente moderno ma quanto meno bizzarro per interrompere un rapporto di lavoro.
La ragazza infatti, che era impiegata nel negozio di abbigliamento "Blue Banana" da poche settimane (guadagnando 7 euro l’ora), non l’ha presa affatto bene. "Avrebbero dovuto parlarmi di persona – si è lamentata – E’ molto impersonale e poco professionale".
"Blue Banana" ha 9 negozi nelle principali città del Galles e nella parte sud ovest dell’Inghilterra, vende abbigliamento alternativo ed è specializzato in piercing e gioielli. Ian Besbie, direttore della catena, ha difeso la decisione presa da Alex Barlett, responsabile del negozio di Cardiff, di adottare l’insolito metodo per il licenziamento. "Siamo un’azienda giovane – ha detto – e il nostro personale fa parte della generazione che usa i messaggi di testo come principale mezzo di comunicazione. Abbiamo voluto evitare alla signorina Tanner l’imbarazzo e la spesa di venire al negozio per poi tornare a casa. Avremmo preferito parlare con lei, ma il suo cellulare era spento".
Fonte: TGCom

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

4 thoughts on “Commessa inglese riceve un sms, pensa al suo boy ma è la ditta che la licenzia

  1. Se aveva l’emicrania ci credo che il cellulare era spento. Avrebbero potuto riprovare in un altro momento e comunque ci sono cose che vanno dette in faccia, né con un sms né al telefono.

    Baciotto*

  2. Dove stiamo arrivando?Il licenziamento via sms è troppo;ho il sospetto che queste cose giovani e moderne sarebbero piaciute a Berlusconi.

    grazie per il sito su Del Casino e i murales;l’ho aggiunto al post così anche chi non commenta può vedere quanto sono belli!

  3. GRAZIE!!!

    Ma sai che ieri funzionava?Da quando splinder ha chiamato i muratori per la manutenzione si sono modificati tantissimi link nei post;ho rinunciato al codice in html per evitare nuove trasformazioni e l’ho corretto mettendo l’indirizzo completo-

Lascia un commento