Uomo riceve un trapianto di pene ma il colore è sbagliato

La vita con il trapianto di pene è cambiata per un uomo di quaranta anni ma il colore è sbagliato. Il paziente nero aveva perso il suo pene per una circoncisione mal riuscita, il nuovo pene è di colore bianco, avrà bisogno di un tatuaggio medico per cambiare colore.
Il famoso chirurgo professor André van der Merwe ha detto che il paziente sta recuperando “molto bene“. L’urologo sudafricano ha aggiunto: «Il paziente è nero, il donatore era bianco, è l’unico problema, abbiamo pochi donatori. La differenza di colore sarà corretta con un tatuaggio medico.
Il pene è stato rimosso dal donatore prendendo cura di mantenere integri i vasi, i nervi e sono stati contrassegnati e connessi al destinatario. Insieme ai chirurghi del mio team abbiamo collegato tre vasi per assicurare un sufficiente flusso all’organo trapiantato e due nervi per ripristinare la sensazione.
L’intervento per il trapianto di pene è durato nove ore e trenta minuti, è stato eseguito al Tygerberg Hospital di Città del Capo. Il paziente tra sei mesi normalmente sarà in grado di urinare e avere rapporti sessuali, funzioni che aveva perso diciassette anni fa».
Il Tygerberg Hospital di Città del Capo è l’ospedale dove il chirurgo professor André van der Merwe nel 2014 ha eseguito il primo trapianto di pene al mondo. Ha detto:
«Tutto procede bene verso la guarigione, il pene sta lavorando bene, il paziente può già ottenere erezioni. E’ certamente uno dei pazienti più felici, nel tempo era caduto in depressione con tendenze suicide».
Gli esperti dicono che in Sud Africa a causa di complicazioni in cerimonie rituali come la tradizionale circoncisione, ogni anno si verificano fino a 250 amputazioni di pene parziale e totale.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento