Calciopoli: presentati i ricorsi, quello della Juventus è già online

Il ricorso della Juve è già su un forum internet. Il processo d’appello per lo scandalo del calcio si apre solo sabato prossimo, ma la battaglia tra i club coinvolti e la giustizia sportiva già impazza. Uno scontro senza esclusione colpi, compresa la pubblicazione online del ricorso della Juventus, presentato alla corte federale così come quello delle altre società inquisite. Rispondendo a un messaggio di un tifoso, il legale bianconero Cesare Zaccone gli ha spedito il documento presentato in appello, dando di fatto il via libera all’inserimento dell’atto processuale in un forum internet.
La difesa juventina, da quanto si legge, ritiene che per Moggi e Giraudo non si debba parlare di illecito sportivo ma di slealtà sportiva (violazione articolo 1) e che nel caso dell’ex direttore generale la Juve debba rispondere di responsabilità oggettiva e non diretta. Secondo Zaccone, che chiede quindi una sanzione minore a quella inflitta, il fatto che la Caf sostenga che per Mazzini, Pairetto, Lanese e De Santis non ci sia prova di illecito sportivo scagiona i due ex dirigenti bianconeri.
Il legale ricorda inoltre che nelle gare della Juve contro Lazio, Reggina, Udinese e Bologna l’illecito sportivo è stato escluso per cui "quando si è ricercata la prova di condotte idonee e casualmente adeguate a realizzare un illecito sportivo nello svolgimento delle gare o nel conseguimento di un vantaggio in classifica, non la si è ritrovata".
Agguerrita anche l’impostazione difensiva della Lazio. Il presidente Lotito in caso di condanna confermata ha minacciato di rivolgersi persino alla Corte di giustizia europea, costringendo il presidente della Corte federale Piero Sandulli a ricordare il divieto di ricorrere alla giustizia ordinaria. "La legge 280 del 2004 prevede sanzioni disciplinari per chi si rivolge alla giustizia amministrativa dopo il giudizio interno – ha ribadito – Ci si può rivolgere al Tar per altre ragioni, ma non per queste adesso esaminate".
E contro la Lazio ha tuonato oggi anche Rosella Sensi, mettendo da parte la consueta diplomazia. "Biancocelesti in B? Da tifosa – ha detto – non mi dispiace affatto. Da dirigente mi spiace non disputare il derby l’anno prossimo ma come tifosa non mi dispiace proprio. Lotito? Sto ancora riflettendo – ha proseguito – se avanzare o meno azioni legali, anche alla luce del fatto che lui deve ancora chiedere scusa a persone come mio padre, pulite, e a tutte le società oneste".
Altro fronte bollente è quello viola. Dopo gli incidenti di ieri notte, il presidente della Provincia di Firenze Matteo Renzi e l’assessore allo Sport del Comune Eugenio Giani hanno presentato oggi il video "Fiorenza ferita", che documenta i presunti torti subiti dalla Fiorentina nella stagione 2004-2005.
L’appuntamento con il processo d’appello dunque è per sabato. La prima parola spetterà alle difese che presenteranno nuove eccezioni: al termine scatterà la prima camera di consiglio per accogliere o respingere le richieste dei legali degli accusati. Nel primo pomeriggio si entrerà nel vivo delle questioni. Il collegio presieduto da Sandulli dovrebbe lavorare quattro ore la mattina e quattro la sera. Si andrà quindi avanti a oltranza, con celerità ma – promettono i giudici – senza venir meno alla ricerca della verità. La sentenza, se i tempi previsti saranno rispettati, è attesa per martedì sera.
Intanto all’orizzonte si profilano già i contorni della cosiddetta "calciopoli 2", ovvero i filoni che riguardano iscrizioni, scommesse e calciomercato dei quali l’ufficio indagini della Federazione guidato da Borrelli si sta già occupando da alcune settimane. Tra le società coinvolte si fa con insistenza il nome della Reggina, ma il presidente del club calabrese Lillo Foti nega. "Quest’estate – si è difeso – non è diversa da quella scorsa, anche allora fummo tirati in ballo in modo improvviso difendendoci da accuse che alla fine si sono rivelate chiacchiere".
Fonte: Repubblica

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

3 thoughts on “Calciopoli: presentati i ricorsi, quello della Juventus è già online

  1. Il mio fidanzato (storico Juventino) è a lutto dal giorno della sentenza.Non tanto per la squadra, per gli scudetti, per i calciatori, quanto per il nutrito gruppo di milanisti che lo perseguita sul luogo di lavoro.

    Immaginati la scena….

  2. Ame la suituazione che fa veramente pietà,per non dire altro ,è che il Milan forse farà la coppa uefa,visto che l’Empoli non ci può andare,i motivi non li capisco,spero che il Milan non lo mandino,altrimenti il calcio sporco ricomincia,ciao amico mio e un buon mercoledì.

    🙂

    L’ESPLORATORE

Lascia un commento