Calciopoli – La Juventus si difende e attacca la Caf

Danni devastanti al patrimonio se confermata retrocessione con la penalizzazione
"Noi abbiamo una devastante conseguenza sul patrimonio, penso ai creditori, agli azionisti. La moltiplicazione delle sanzioni non è corretta". Così il legale della Juventus, Cesare Zaccone, ha sostenuto la difesa bianconera davanti alla Corte federale: l’avvocato ha sottolineato il danno conseguito dalla società qualora venisse riconfermata in secondo grado la retrocessione in B con la forte penalizzazione (30 punti irrogati dalla Caf). Primo fra tutti l’esodo dei campioni: "La serie B potrebbe essere accolta da questi calciatori, ma non per due anni. Così per restare in B il prossimo anno bisognerebbe fare almeno 80 punti".
La non assegnazione del titolo 2005-2006 alla Juventus è un’ingiustizia
"Non si può trasferire il presunto illecito commesso nel 2004-2005 nella stagione successiva. Il 2005-2006 non si può toccare". Così Luigi Chiappero, difensore di Antonio Giraudo ha iniziato la sua arringa davanti alla Corte federale per il secondo grado del processo a calciopoli: il legale ha attaccato duramente le decisioni prese della Caf sottolineando che l’illecito contestato è relativo al campionato 2004-2005, mentre le sanzioni inflitte sono su quello successivo. "La non assegnazione del titolo alla Juve per il 2005-2006 è un’ingiustizia mondiale – ha detto Chiappero – le pene inflitte dalla Caf sono tutte sbagliate".
Noi abbiamo una devastante conseguenza sul patrimonio, penso ai creditori, agli azionisti. La moltiplicazione delle sanzioni non è corretta". Così il legale della Juventus, Cesare Zaccone, ha sostenuto la difesa bianconera davanti alla Corte federale: l’avvocato ha sottolineato il danno conseguito dalla società qualora venisse riconfermata in secondo grado la retrocessione in B con la forte penalizzazione (30 punti irrogati dalla Caf). Primo fra tutti l’esodo dei campioni: "La serie B potrebbe essere accolta da questi calciatori, ma non per due anni. Così per restare in B il prossimo anno bisognerebbe fare almeno 80 punti".
L’intervento dell’avvocato Gianaria, difensore di Moggi che ha ribadito il concetto di "capro espiatorio" per il suo assistito, ha chiuso la mattinata del dibattimento che continuerà nel primo pomeriggio, dopo la pausa pranzo.
(Dirette Repubblica).

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

2 thoughts on “Calciopoli – La Juventus si difende e attacca la Caf

  1. le pene sono state per me troppo leggere, se dovessero alleggerirle sarebbe uno scandalo. In passato chi rubava finiva in C2. Con la juve sono stati troppo buoni

  2. In questo modo hanno punito i tifosi, e le persone..anziane… che la domenica guardando in tv o ascoltando i risultati della propria squadra del cuore trascorrevano un pomeriggio in serenità.

    E’ UNA VERGOGNA.

    DEVONO PUNIRE I RESPONSABILI E NON I TIFOSI!!!!!!

Lascia un commento