Calciopoli motivazioni – Juventus in B e non in C, solo per meriti sportivi

Centodiciassette pagine: la Corte Federale oggi ha spiegato, nelle sue motivazioni, perché, rispetto al primo grado di giudizio, la Fiorentina e la Lazio sono state riportare in serie A, il Milan potrà partecipare ai preliminari di Champions League (ma non ditelo all’Uefa…) e Franco Carraro è stato assolto. "Nessun colpo di spugna", ha garantito il presidente Piero Sandulli, anche se il verdetto è stato molto discusso nella stessa camera di consiglio. Non è stato stabilito insomma un illecito strutturato (come sosteneva Borrelli) ma "atti sleali". E’ caduto insomma il "castello" accusatorio che era sicuramente più pesante (basta vedere le richieste del pm Stefano Palazzi), e questo ha portato a sentenze molto diverse fra Caf, primo grado, e Corte federale, secondo grado. Sandulli e i suoi hanno ripercorso tutto il cammino. Sicuramente una decisione che ha fatto discutere e che farà ancora discutere.
Fonte: Repubblica

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

1 thought on “Calciopoli motivazioni – Juventus in B e non in C, solo per meriti sportivi

Lascia un commento