Idea luminosa, ecco la lampadina brucia tumori

Il fascio luminoso concentrato di una lampadina, paragonabile al laser ma cento volte meno costoso, potrebbe presto contribuire a bruciare i tumori durante gli interventi chirurgici.
Per sostituire i costosi laser utilizzati in chirurgia, il ricercatore Jeffrey Gordon, fisico della "Ben-Gurion University of the Negev" di Boqer (Israele) e il suo team di ricercatori, hanno condotto ricerche alternative. Inizialmente è stata utilizzata la luce solare, libera da costi ma con il problema che poteva essere utilizzata solo di giorno e con condizioni atmosferiche ottimali.
Per ovviare a questi inconvenienti, Gordon e il suo team di ricercatori, hanno avuto l’idea luminosa di orientarsi sulle lampadine a liminescenza xeno, la luce ultra-luminosa utilizzata nei proiettori cinematografici.
Nel loro sistema, una serie di specchi raccoglie e mette a fuoco la luce della lampada xeno per convogliarla lungo una fibra ottica flessibile per giungere sulla punta millimetrica-graduata del bisturi chirurgico [v. foto].
Gordon e i suoi colleghi hanno dimostrato l’efficacia della loro invenzione, paragonabile al laser, in operazioni chirurgiche test, su fegati e reni di ratti anestetizzati [v. foto].
Un’azienda di Singapore ha mostrato interesse alla commercializzazione dell’invenzione. Questo sarà possibile nel giro di uno o due anni, dopo che saranno ultimati i necessari collaudi.
Liberamente tradotto da Livescience
, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

3 thoughts on “Idea luminosa, ecco la lampadina brucia tumori

  1. Ciao simpaticissimo amico mio :>) grazie del tuo commento :>) e riguardo il tuo post questa e una notizia buonissima per il nostro futro :>) ti lascio un salutone e un felice sabato sera olive dolci.

    🙂

    L’ESPLORATORE

Lascia un commento