Gli Stati Uniti si preparano alla possibilità di una pandemia di coronavirus Covid-19

Gli Stati Uniti mentre crescono le preoccupazioni globali sul coronavirus Covid-19 stanno prendendo provvedimenti per prepararsi alla possibilità di una pandemia. Le autorità sanitarie stanno monitorando attentamente la diffusione del virus – non solo in Cina, dove è iniziata l’epidemia e dove è stata diagnosticata la stragrande maggioranza dei contagi – ma anche nel crescente numero di contagi in altri paesi.
La pandemia per definizione, è un’epidemia che si diffonde rapidamente attraverso vastissimi territori e continenti, colpendo un vasto numero di individui in diversi Paesi del mondo. I funzionari in Corea del Sud hanno affermato che le città si trovano ad affrontare una “crisi senza precedenti, poiché il numero di casi è raddoppiato in un solo giorno, salendo ad oltre 200. I funzionari hanno esortato i residenti a rimanere in casa il più possibile, hanno aggiunto che molte delle infezioni diagnosticate in Corea del Sud sono collegate a persone che hanno partecipato a funzioni religiose con una donna cui in precedenza era stata confermata la diagnosi d’infezione da Coronavirus o erano entrati in contatto con lei in altri spazi all’interno di una setta di Daegu.
Il Libano ha diagnosticato il suo primo caso. Il ministero della Sanità iraniano ha confermato 18 casi di malattia, tra cui quattro morti.
Il numero di casi confermati negli Stati Uniti è salito ad almeno 34, poiché un certo numero di persone evacuate dalla nave da crociera Diamond Princess è risultato positivo. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno affermato che altri americani che erano a bordo della nave sono stati diagnosticati e ricoverati in ospedale in Giappone.
Il Dipartimento di Stato americano ha dichiarato che non salverà altri americani che scelgono di andare in crociera in Asia. Ian Brownlee, dirigente del Dipartimento di Stato, durante un briefing con i media, ha detto:
«Tali voli di rimpatrio non riflettono la nostra prassi standard, non dovrebbero essere considerati un’opzione per i cittadini statunitensi».
Il Dipartimento sul suo sito ha avvertito gli americani di riconsiderare qualsiasi crociera programmata verso o all’interno dell’Asia, affermando che tali viaggi “potrebbero essere influenzati da restrizioni di viaggio che incidono sui loro itinerari o sulla capacità di sbarcare o potrebbero essere soggetti a procedure di quarantena implementate dalle autorità locali“.
Il numero di casi di coronavirus negli Stati Uniti certamente è destinato ad aumentare, migliaia di persone che hanno viaggiato di recente in Cina volontariamente si stanno mettendo in quarantena nelle loro case per 14 giorni e monitorano i sintomi. Il sistema sembra funzionare, un viaggiatore nella Contea di Sacramento, in California, messosi in quarantena, è stato confermato di avere il coronavirus. Il paziente, che non è stato ancora incluso nel conteggio dei 34 del CDC, secondo la sanità pubblica della contea di Sacramento presentava lievi sintomi.
I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) si sta preparando nel caso in cui l’epidemia peggiori. Nancy Messonnier, direttrice del Centro nazionale per le immunizzazioni e le malattie respiratorie del CDC, ha detto:
«Stiamo rivedendo tutti i nostri materiali di preparazione alla pandemia, adattandoli al coronavirus Covid-19. I materiali serviranno come modello per gli interventi della comunità che useremo qui negli Stati Uniti. Ciò significa rafforzare le procedure di controllo delle infezioni, assicurarsi che gli operatori sanitari dispongano di scorte sufficienti e pianificare un possibile afflusso di pazienti. Negli Stati Uniti è probabile il verificarsi di situazioni che richiederanno misure speciali, come la chiusura temporanea di scuole o aziende».

Il coronavirus può essere contenuto?
Anthony Fauci, direttore dell’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive a NBC News ha detto:
«Il modo in cui i paesi sono in grado di contenere il virus e impedirne la trasmissione da persona a persona sarà importante nel determinare la fine definitiva del contagio. Il controllo delle infezioni nel caso sfugga di mano in molti di questi paesi in tutto il mondo, renderà difficile evitare la propagazione del contagio con persone che viaggiano in tutte le parti del mondo. È così che inizia una pandemia».
Il National Institutes of Health e il CDC hanno personale in Cina, fanno parte di un team di scienziati internazionali guidati dall’Organizzazione mondiale della sanità per osservare gli sforzi di contenimento e controllo delle infezioni. È stato programmato un viaggio nell’epicentro dell’epidemia, a Wuhan.
Tedros Adhanom Ghebreyesus direttore generale dell’OMS, durante un briefing con i media, ha detto:
«Crediamo ancora di poter contenere il virus, ma la finestra per contenere l’epidemia di coronavirus si sta restringendo».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →