Ecco come funziona il test per il coronavirus Covid-19

Maureen Ferran biologa molecolare, virologa e ricercatrice risponde ad alcune domande di base su come funziona il test del coronavirus Covid-19.

Chi è testato per il coronavirus Covid-19?
In questo periodo ci sono due ragioni principali per sottoporre qualcuno al test per il coronavirus Covid-19: avere sintomi o l’esposizione ad una persona infetta. I principali sintomi di Covid-19, la malattia causata dal coronavirus Sars-CoV-2, sono febbre, tosse secca e respiro corto. Assomigliano molto all’influenza e al raffreddore, quindi è necessario un medico per determinare se è necessario eseguire il test per il coronavirus Covid-19.
I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) negli Stati Uniti, inizialmente raccomandavano di testare solo le persone con sintomi e che erano state potenzialmente esposte al virus, ma con sorpresa dei funzionari della sanità pubblica, molte delle prime persone negli Stati Uniti che si sono dimostrate positive al coronavirus Covid-19 non hanno avuto un’esposizione. Ciò ha suggerito che il coronavirus Covid-19 era trasmesso localmente, significa che facilmente si stava diffondendo da persona a persona e/o che le persone potrebbero aver trasmesso il coronavirus Covid-19 senza manifestare gravi sintomi.
Il 4 marzo 2020 i CDC ha cambiato le sue raccomandazioni per consentire a chiunque abbia sintomi simili al coronavirus Covid-19 di essere testato prima dell’approvazione della richiesta da parte di un medico. I CDC poiché il numero di test disponibili è limitato, prima di ordinare un test sta incoraggiando i medici a ridurre al minimo i test non necessari e a considerare i rischi di esposizione di un paziente test.
I trattamenti specifici per il coronavirus Covid-19 al momento non sono disponibili, ma ciò non significa che i test siano inutili. Forse ancora più importante, sono eseguiti in modo che i pazienti infetti possano essere messi in quarantena, rallentando in questo modo la diffusione del coronavirus Covid-19; un altro vantaggio dei test è che consente agli operatori sanitari di elaborare un quadro più accurato del numero di contagi e di come il coronavirus Covid-19 si sta diffondendo nella popolazione.

Tampone per coronavirus Covid-19
Il test per il coronavirus Covid-19 per un paziente è semplice, potenzialmente può essere eseguito praticamente ovunque. Si tratta in genere di prendere un tampone dal profondo della cavità nasale di un paziente per raccogliere le cellule dalla parte posteriore del naso. Il campione è inviato ad un laboratorio, dove sarà testato per determinare se le cellule del paziente sono infettate dal coronavirus Covid-19. Lo stesso processo è utilizzato per raccogliere un campione da un paziente sottoposto a test per l’influenza.

Come funziona il test per il coronavirus Covid-19?
Raccogliere un campione è facile, determinare se una persona è infettata dal coronavirus Covid-19, in realtà è molto più complicato. L’attuale metodo cerca il materiale genetico del virus (RNA) nelle cellule di un paziente. I laboratori per rilevare la presenza di RNA nel campione del paziente eseguono un test chiamato Reazione a catena della polimerasi a trascrizione inversa. Il metodo converte prima il RNA virale nel DNA, poi il DNA è replicato milioni di volte finché non ci sono abbastanza copie da rilevare usando un’attrezzatura specifica chiamata “Strumento PCR quantitativo”: se il materiale genetico del virus è presente nel campione, il paziente è infettato dal coronavirus Covid-19.
Ci vogliono 24-72 ore per ottenere i risultati di un test. Erano emerse all’inizio della fase di sperimentazione, alcune preoccupazioni circa l’accuratezza del test, dopo che uno studio ha rilevato che in Cina il 3% dei test è tornato negativo, quando i campioni erano effettivamente positivi. È emerso che questo tipo di test genetico è generalmente molto accurato, anche più che rapido, e i vantaggi dei test superano il rischio di un errore.

Gli Stati Uniti hanno abbastanza disponibilità di test per il coronavirus Covid-19?
La disponibilità dei test è stato un grosso problema, i CDC prima dello scorso 29 febbraio, era l’unico posto approvato dalla Food and Drug Administration – FDA (è l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici), per sviluppare, produrre e processare il test. Tuttavia, poiché il numero di casi sospetti è salito e i medici hanno approvato più persone per i test, la domanda è aumentata vertiginosamente.
Il test per il coronavirus Covid-19 richiede un kit, attrezzature specifiche e personale addestrato. Lo sviluppo difettoso e lento dei kit di test e il requisito iniziale di elaborare tutti i test presso i CDC hanno contribuito alla lentezza iniziale del test negli Stati Uniti.
La FDA poiché la pressione sul governo federale per rendere disponibili i test è aumentata, lo scorso 29 febbraio ha annunciato una nuova politica che ha reso più facile per i laboratori commerciali e accademici a sviluppare i propri test, ciò ha permesso ad altri laboratori certificati di testare i campioni dei pazienti.
Integrated DNA Technologies, un appaltatore di CDC, il 6 marzo 2020 ha inviato 700.000 test a laboratori commerciali, accademici e di assistenza sanitaria; Quest Diagnostics e LabCorp, due grandi produttori di test commerciali, hanno iniziato a realizzare i propri kit di test, resi disponibili dal 9 marzo 2020. Molte aziende, ospedali e altre istituzioni stanno correndo per sviluppare altri test per diagnosticare il coronavirus Covid-19.
Alex Azar, segretario per i servizi sanitari e umani, il 10 marzo 2020 ha annunciato la disponibilità di 2,1 milioni di kit di test, oltre 1 milione è stato spedito a laboratori certificati per i test, successivi milioni di test saranno spediti questa settimana.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →