E’ morta l’assistente di volo che ha contratto il morbillo mentre volava da New York a Tel Aviv

Morbillo contratto durante il volo
Rotem Amitai assistente di volo di 43 anni, cinque mesi dopo essere stata ricoverata in gravi condizioni al Rabin Medical Center-Beilinson Campus a Petah Tikva, in Israele, è morta dopo aver contratto il morbillo.
L’assistente di volo di El Al Airlines la principale compagnia aerea israeliana, ha contratto la malattia infettiva il 26 marzo 2019 durante il volo dall’aeroporto John F. Kennedy all’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv.
È stata ricoverata in ospedale pochi giorni dopo, quando ha iniziato a mostrare i sintomi associati al virus (includono febbre alta ed eruzione cutanea). Le sue condizioni alla fine si sono deteriorate, è entrata in coma dopo aver sviluppato l’encefalite, un’infiammazione del cervello.
L’encefalite può verificarsi in alcuni individui che contraggono il morbillo, ciò può accadere quando il virus infetta il cervello. I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie riportano che ogni 1.000 bambini affetti da morbillo, un bambino sviluppa un’encefalite.

Vaccinata da bambina
Rotem Amitai è stata vaccinata da bambina, ma come molte persone della sua età, ha ricevuto solo una dose del vaccino, potrebbe non essere stato abbastanza forte da proteggerla dal contrarre il virus.
Oggi, le autorità sanitarie in Israele raccomandano di dare ai bambini una dose del vaccino quando compiono 1 anno, e un’altra dose quando iniziano a frequentare la scuola in prima elementare.
El Al Airlines ha espresso le sue condoglianze alla famiglia di Rotem Amitai, ha assicurato che sta facendo la sua parte nella protezione degli altri membri dell’equipaggio:
«La compagnia continuerà ad agire sulla questione in conformità con le linee guida del Ministero della salute. Tutti i nostri equipaggi aerei saranno vaccinati. El Al Airlines condivide il profondo dolore, continuerà ad assistere la famiglia».

La diffusione del morbillo in tutto il mondo
Paesi di tutto il mondo, compresi Israele e gli Stati Uniti, stanno registrando un aumento dei casi di morbillo. La malattia è stata dichiarata eliminata negli Stati Uniti nel 2000, ma ha visto una recente rinascita.
Le cifre dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie mostrano che il paese quest’anno ha già oltre 1.100 casi, più del 75% sono stati registrati a New York.
Le autorità sanitarie attribuiscono le recenti epidemie di morbillo a persone che rifiutano di essere vaccinate.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →