Nuovo virus mortale contratto dagli scoiattoli ha ucciso tre allevatori

Tre allevatori tedeschi tra il 2011 e il 2013 sono morti dopo aver contratto un nuovo ceppo del virus dagli scoiattoli tenuti in allevamento. I tre uomini di età compresa tra i 62 e 72 anni, sono deceduti per encefalite (provoca brividi, febbre, confusione, debolezza e difficoltà a camminare) nel lander di Sassonia-Anhalt, in Germania. Gli uomini non vivevano vicini, ma erano allevatori di scoiattoli della specie del tipo variegato (Sciurus variegatoides), una razza esotica originaria del Centroamerica e Messico meridionale (a volte sono tenuti come animali domestici), si conoscevano e scambiavano animali, direttamente o tramite terzi.
Lo studio ha scoperto un Borna disease virus (BDV) finora sconosciuto in uno scoiattolo e nei campioni di cervello prelevati da ciascuno dei tre uomini, ciò suggerisce che si è diffuso dallo scoiattolo (due dei tre uomini sono stati graffiati o morsi dagli scoiattoli).
La ricerca su normali cause di encefalite non ha rivelato nulla di rilevante, i medici quindi hanno fatto indagini più dettagliate, in particolare un test genetico di uno scoiattolo di proprietà di un allevatore è stato in grado di individuare una nuova forma di bornavirus, un tipo di virus che possono essere trovati spesso in pecore e cavalli, da parte dei ricercatori è stato chiamato VSBV-1.
La ricerca successiva ha rilevato il virus nel tessuto cerebrale di ciascuno dei tre uomini. Gli anticorpi antivirus negli uomini sono stati trovati anche nel loro flusso sanguigno e liquido spinale, ciò indica che il virus probabilmente è stato la causa della loro morte.
Il Centro europeo per la prevenzione e controllo delle malattie ha recentemente aggiornato la valutazione del rischio segnalata lo scorso febbraio: non si sono verificati nuovi casi, ma per comprendere la trasmissione uomo-animale del nuovo virus di Borna e il ruolo del virus nelle encefaliti che sono state fatali ai tre allevatori, sono necessarie ulteriori indagini epidemiologiche.
Infatti, non ci sono ancora prove definitive sulla relazione causale tra la presenza del virus della malattia Borna nel tessuto cerebrale dei tre allevatori e i sintomi clinici presentati così come resta ancora da capire se gli scoiattoli della specie Sciurus variegatoides siano i serbatoi o i vettori del virus.
E non è ancora chiaro se il virus possa colpire altri animali. Il numero di animali e allevatori e la loro distribuzione in Europa sono sconosciuti. E’ quindi possibile che siano stati importati degli scoiattoli infetti, così come che siano stati infettati in Germania attraverso altri animali infetti.
La presenza di un virus in tutti e tre gli uomini è stata confermata da uno studio che è stato pubblicato sul New England Journal of Medicine.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento