Corea del Nord: il sogno del dittatore di Kim Joung-un,costruire la stazione sciistica Masik-Ryong

Il dittatore Kim Jong-un, da ragazzo ha studiato in Svizzera, ama lo sci per questo ha deciso di far costruire una stazione sciistica nel suo paese d’origine, anche perché la Corea del Sud sta facendo un buon lavoro in vista delle Olimpiadi invernali che Pyeongchang ospiterà nel 2018.
Kim Jong-un scelse un posto, ordinò ai militari di completare la costruzione entro la fine di quest’anno. Tutto sembrava andare liscio – tranne un grande, enorme ostacolo: le sanzioni internazionali.
La settimana scorsa, la Svizzera ha bloccato un accordo, valore di settemilioni di dollari, tra la Corea del Nord e la società svizzera Bartholet Maschinenbau per spedire attrezzature di risalita nella Corea del Nord. La BBC ha riferito che è il terzo accordo a fallire.
La Segreteria di Stato dell’economia della Svizzera (Seco) ha etichettato il resort come “un prestigioso progetto di propaganda per il regime”.
Marie Avet portavoce Seco ha detto: “E’ inconcepibile che questo resort sarà utilizzato dal grande pubblico”.
Ed è così che il sito per la stazione sciistica Masik continua a rimanere con i lavori incompiuti (vedi foto).
E’ da vedere per quanto tempo questa località resterà incompiuta, il dittatore Kim Jong-un, ha altri 25 anni (salvo revoca delle sanzioni internazionali), per eguagliare o superare il record dell’Hotel Ryugyong (leggi qui, la sua travagliatissima storia, che comincia nel 1987, quando fu posta la prima pietra …).

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento