Condom vecchio in zuppa di latte

Il più vecchio condom del mondo (raffigurato nell’immagine, non è un biscotto), verrà esposto questa estate nel Museo austriaco del sesso.
Il condom – che le agenzie giornalistiche definiscono riutilizzabile -, risale al 1640 ed è completamente intatto, come è intatto il relativo manuale, scritto in latino. Il manuale, pone l’attenzione sulla trasmissione delle malattie sessuali e per questo, prima di utilizzarlo, anche per più volte, raccomanda di immergerlo dentro al latte caldo, in modo da sterilizzarlo, evitando in questo modo  malattie sessualmente trasmissibili.
L’oggetto che possiamo definire d’antiquariato, trovato a Lund in Svezia, è stato realizzato utilizzando l’intestino del maiale.
Questo ed altri 250 oggetti antichi relativi al sesso, verranno esposti questa estate nel museo della contea di Tirolo in Austria.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

11 thoughts on “Condom vecchio in zuppa di latte

  1. ma che bella chicca!

    immagino che il suddetto oggetto,si possa ancora riutilizzare..

    sempre dopo averlo messo nel latte,s’intende!

  2. v41eri4 si, dicono che è riutilizzabile perché non si restringe anche se viene messo nel latte caldo 🙂
    Fulvia ti riferisci ai corn flakes? nel latte possono essere una valida alternativa ai biscotti 🙂

  3. Notevole la coscienza molto datata delle malattie trasmissibili sessualmente…!!!

    Nell’ottica di quei tempi rientra anche la “riutilizzabilità”, che rapportata e proiettata alla nostra epoca è un pò inquietante!!!!

  4. Che fine senza poter vedere neanche la luce del giorno ,solo buio e non è ua partita di poker,ciao amico mio e serena serata.

    🙂

    L’ESPLORATORE

  5. Solo quelli al sapore di fragola!

    Anch’io non me lo sarei aspettato dagli austriaci…

    Smack!

    momi

Lascia un commento