Perché questo robot è al supermercato? (video)

C’è un robot sulla corsia 4. Alto e magro, con occhi rotondi lampeggianti progettati per farlo sembrare amichevole, Tally è un nuovo tipo di lavoratore di vendita al dettaglio. E’ un robot adibito al monitoraggio-inventario, in grado di dire quando uno scaffale del supermercato sta esaurendo la zuppa di pomodoro, o se una scatoletta di tonno è finita nel posto sbagliato.
Brad Bogolea CEO e co-fondatore di Simbe Robotics ha detto:
«Tally robot è il primo prodotto di Simbe Robotics, una piccola startup specializzata in robot per il commercio al dettaglio. Il suo obiettivo è di creare robot che può svolgere compiti noiosi e banali, dieci volte migliori della loro controparte umana.
I negozi al dettaglio in genere hanno dipendenti umani che con dispositivi manuali si aggirano per i reparti per fare l’inventario. In un negozio di medie dimensioni come una farmacia della catena Walgreens, ci sono tra i 10.000 e 20.000 prodotti per la vendita, per controllare tutti gli elementi ci vuole un dipendente impegnato per 20, 30 ore a settimana.

Il Tally robot può eseguire la scansione di 15.000 articoli in un’ora, completamente autonomo, si muove quattro passi alla volta prima di fermarsi per scattare foto ad alta risoluzione di tutti i prodotti esposti sugli scaffali dei negozi. Etichetta le immagini con i metadati, come la posizione esatta e le carica sul server. Il sistema, quindi, crea istantaneamente un report, abbina a quelle immagini i file di un negozio indicando esattamente quel che c’è sullo scaffale: Tally se ha monitorato e segnalato che lo scaffale di cereali ha meno prodotti Cheerios, un dipendente rapidamente può arrivare a rifornire quel scaffale.
La cattiva gestione dell’inventario in negozi al dettaglio equivale a un enorme salasso finanziario, secondo uno studio del Gruppo di diritto internazionale umanitario, il costo di prodotti non venduti perché esauriti per i rivenditori equivale a una perdita di circa cinquecento miliardi di dollari l’anno, in pratica quando un cliente non riesce a trovare il prodotto, può optare per un marchio concorrente, o andare in un altro negozio.
Tally finora è stato testato in un famoso negozio. L’azienda spera di ottenere richieste da rivenditori come Target, Walmart e CVS. In questo momento non ha reso noto il prezzo. Una delle più grandi sfide che questo tipo di robot dovranno affrontare è la presenza di curiosi, è ancora raro vedere un robot autonomo mescolarsi con i clienti. Tally ha una serie di dispositivi per aiutarlo a coesistere con gli acquirenti, per evitare collisioni è equipaggiato con sensori simili a quelli di autoveicoli senza conducente. Una centralina di controllo nel negozio è in grado di rilevare qualsiasi insolita attività, come quella di qualcuno che solleva il robot di 30 chili e corre verso l’uscita.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento