Danimarca – Aperto WeFood il supermercato per la vendita di cibo scaduto (video)

La Danimarca nel tentativo di combattere il problema dello spreco alimentare della nazione, ha autorizzato Dan Church Aid (un’organizzazione indipendente, il suo lavoro è finanziato tramite campagne di raccolta fondi, contributi provenienti da individui, società e fondi da parte del governo danese – Danida -, l’ONU, UE e altri donatori bilaterali) ad aprire WeFood il primo supermercato al mondo per la vendita di prodotti scaduti o danneggiati.
Le persone a Copenhagen dal 21 febbraio 2016 giorno dell’apertura fanno la fila all’esterno del supermercato WeFood per avere la possibilità di entrare per acquistare a prezzi ridotti generi alimentari che altrimenti sarebbero finiti nella spazzatura a causa d’imballaggi danneggiati o date appena scadute. Rispetto ad altri negozi, WeFood pratica prezzi inferiori dal 30 al 50 per cento di prodotti alimentari, cosmetici, e altri articoli per la casa.

Per Bjerre responsabile media di DanChurchAid, ha detto:
«WeFood è il primo supermercato del suo genere in Danimarca e forse del mondo, non è rivolto solo a clienti a basso reddito, ma a chiunque sia preoccupato per la quantità di sprechi alimentari generati nel paese. Molti vedono questo progetto come un modo positivo e politicamente corretto di affrontare il problema».
Ha partecipato all’inaugurazione la principessa danese Mary (a destra nella foto), il segretario generale della DCA Birgitte Qvist-Sørensen, (a sinistra) e  l’ex ministro danese dell’Ambiente Eva Kjer Hansen, quest’ultima ha detto:
«E’ ridicolo che il cibo che esce dalla filiera per questi motivi sia buttato via. E’ un male per l’ambiente, e un modo per gettare via il denaro impiegato nella produzione, un supermercato come WeFood è un passo importante nella battaglia per combattere gli sprechi alimentari».
La sola Danimarca ogni anno è stimata a sprecare circa 700.000 tonnellate di cibo, le Nazioni Unite hanno dichiarato che a livello globale, i rifiuti alimentari ammonta a 1,3 miliardi di tonnellate, secondo il World Food Program si tratta di cifre sconvolgenti, considerando che nel mondo circa 795 milioni di persone sono denutriti.
La Danimarca, negli ultimi anni con diverse iniziative è riuscita a ridurre del 25% gli sprechi alimentari, una di queste è The Food Bank un’organizzazione no-profit locale che distribuisce eccedenze alimentari a rifugi per senzatetto.
Il progetto WeFood è una collaborazione tra The Food Banke la carità religiosa Dan Church Aid, attraverso il crowdfunding nel corso dell’ultimo anno, insieme ha raccolto oltre 1 milione di corone (circa 150.000 dollari). Hanno dovuto anche affrontare molti ostacoli legislativi per convincere il governo a permettere la vendita di alimenti scaduti. Finalmente hanno ricevuto il consenso di attuare il progetto, gestito esclusivamente da volontari. I profitti sono utilizzati per finanziare altri progetti di Dan Church Aid in via di sviluppo come il Sud Sudan e Bangladesh.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento