Ecco Scrubba la più piccola lavatrice portatile del mondo (video)

Immaginate di essere in grado di adattare una lavatrice in tasca, per Ash Newland il pensiero di non essere in grado di lavare i suoi vestiti  durante un viaggio di arrampicata sul Kilimanjaro insieme a un amico, l’ha spinto a inventare Scrubba un modo unico e innovativo di lavare i vestiti.
Ash Newland, fondatore di Scrubba ha detto:
«Durante le fasi di pianificazione per il viaggio, ci siamo resi conto che per portare l’attrezzatura, le nostre tende, materassini e sacchi a pelo non potevamo aggiungere molti indumenti per il cambio, ciò avrebbe comportato di fare il bucato almeno ogni due giorni.
Eravamo in viaggio in alcune zone remote dell’Africa, dove era difficile trovare un servizio di lavanderia e anche bacini d’acqua. E’ stato allora che ho avuto l’idea dell’asse di legno utilizzate per lavare i panni com’è stato fatto per secoli, tuttavia sono ingombranti, richiedono il supporto di una vasca o una bacinella per l’acqua, e sono poco pratiche per il viaggio.
Ho pensato che per lavare i panni in viaggio il concetto di asse per essere adatta doveva avere un’unità di supporto (quindi senza una vasca per l’acqua) leggera e molto flessibile, facile da ripiegare in un formato compatto. Da questo concetto, è nata la borsa di lavaggio Scrubba.
La Scrubba con un peso di soli 180 grammi (può entrare all’interno di una tasca), ora è la lavatrice più piccola del mondo. Per utilizzare Scrubba, è sufficiente riempirla con acqua, liquido detergente, infilare i vestiti sporchi, strofinarli all’interno della sacca per pulirli. Cambiare l’acqua e risciacquare (vedi video).

Scrubba non è utilizzata solo dagli alpinisti, ora è utilizzata da studenti che vivono negli ostelli, turisti, persone che vivono in piccoli appartamenti, e tutti gli altri che vogliono evitare di andare in lavanderia il sabato mattina.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento