Nanotecnologie: Utilizzata la tintura dei blu jeans per uccidere le cellule del cancro

La tintura dei blu jeans, presto potrà essere usata per uccidere le cellule del cancro. Ricercatori britannici esperti in nanotecnologia, per mezzo del "nanoparticles dell’oro", un microscopico filamento 1/5000 volte più piccolo dello spessore di un capello, potranno iniettare direttamente nelle cellule cancerogene il "ftalatocianine", componente fotosensibile che si trova comunemente nei blu jeans e nell’inchiostro delle penne stilografiche. La proprietà del "ftalatocianine", conosciuta da 15 anni, ha trovato solo ora la fattiva possibilità di essere trasferita all’interno delle cellule per mezzo della nanotecnologia.
Il Dr. David Russell spiega che il team di scienziati della University of East Anglia (UEA), ha usato le "nanoparticles dell’oro" come “cavalli di Troia". La loro microscopica dimensione permette di entrare facilmente nelle cellule trasportando la "ftalatocianine". Sparato con il laser all’interno delle cellule malate, produce un residuo d’ossigeno altamente reattivo, inducendo le cellule a suicidarsi, mentre le cellule sane reagiscono in modo opposto espellendo la ftalatocianine. Questa metodologia, conosciuta come terapia fotodinamica, non è nuova, è stata approvata nel 1995, attualmente è utilizzata a livello clinico per combattere il cancro della pelle.
I nuovi orizzonti aperti con la metodica del Dott Russell, pubblicata  sulla rivista "Photochemical and Photobiological Sciences", è in fase di avanzata sperimentazione. In laboratorio è stata utilizzata sulle cellule cervicali umane. In Italia, collaboratori del Dott. Russel, stanno verificando l’efficacia della terapia con animali malati di cancro. Se tutto andrà bene, tra cinque anni i "nanoparticles della ftalatocianine" potrebbero essere disponibili per le prove sull’uomo. Un passo determinante per combattere il cancro con l’utilizzo della nanotecnologia.
Liberamente tradotto da BBC News Science

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

13 thoughts on “Nanotecnologie: Utilizzata la tintura dei blu jeans per uccidere le cellule del cancro

  1. Infobasilicata in questi ultimi anni la ricerca sta facendo passi da gigante e questo mi conforta. Ho letto che in futuro il cancro verrà debellato ma guerre e cattiveria dell’uomo continueranno a persistere. Grazie per il commento.

  2. Pascoli si chiedeva quando quando si sarebbe giunti, dopo l’homo sapiens, all’homo humanus…

    Ogni passo contro la malattia è, comunque, da salutare con gioia.

    Un abbraccio, caro Patt.

  3. Ottima notizia….speriamo….e speriamo che le case farmaceutiche non ci mettamo lo zampino….

  4. Insomma quando i jeans mi scolorivano addosso, senza saperlo, facevo una terapia anticancerogena preventiva!!!!

    Saluti ironici ma non irriverenti!!!!!

  5. hai visto quante ne penso e quante ne faccio? Anche tu, saresti un possibile esordiente, in effetti! 🙂 ciao patti!

  6. Sai grande amico mio,visto che io continuo a canninare indossado jeans,e ero preoccupato perchè anche dopo lavati continuano a scolori con il mio sudore,e quindi il giorno successivo li cambiavo,adesso che faccio me li lscio per questa nuova terapia! :),ciao ti saluto e un gioioso giorno olive dolci.

    🙂

    L’EPLORATORE

  7. Grandioso!Speriamo che le premesse siano accompagnate da un riscontro effettivo che risolverebbe uno dei riconosciuti mali più devastanti degli ultimi due millenni.

    La scienza è riuscita in tantissime imprese e quasi viene da domandarsi perchè il cancro si stia rivelando un osso così ostico…

    Poi, ultimamente, non sento parlare d’altro (grazie alle info di mia madre….) di persone conosciute che hanno contratto il cancro ai polmoni….

    Mi sta facendo venire gli attacchi d’ansia colpevolizzanti per il fatto che sono un discreto fumatore..!!!!

  8. …magari!

    ben vengano le nanotecnologie per sconfiggere questo mostro!

    è pazzesco che ad oggi non ci siano tecniche che permettono di sconfiggere questa malattia…

  9. Ciao sono passato per il tuo blog,e l’occasione ti auguro un buon martedì grandissimo amicone mio,olive dolci.

    🙂

    L’ESPLORATORE

Lascia un commento