Nuova ricerca, strangolare il cancro, impedendo l'apporto dello zucchero è questo il suo tallone d'Achille

La malattia più odiata sulla Terra ha un punto debole, ed è stato identificato. Ha bisogno di energia, in particolare lo zucchero. Se l’apporto è soffocato, si autodistrugge. Ciò vale soprattutto per le forme in rapida crescita, che hanno bisogno dello zucchero per sopravvivere.

Uno studio dell’Ohio State University Comprehensive Cancer Center-Arthur G. James Cancer Hospital e Richard J. Solove Research Institute ha prodotto un farmaco che interrompe l’erogazione di zucchero. Il procedimento è uno sviluppo particolarmente importante, perché è un approccio specifico che solleva i pazienti da pesanti forme di terapia.
La logica della strategia è orientata anche a trattare con i cicli di crescita mortali, che sono ghiotti di energia. Alti tassi di crescita richiedono enormi quantità di energia. In realtà è un processo molto inefficiente, rispetto a una crescita delle cellule normali.
I farmaci sono chiamati "agenti mimetici limitatori d’energia". Science Daily, spiega che causano alterazioni nelle cellule tumorali simili a quelle che si verificano nelle cellule tumorali private della loro fonte energetica principale, il glucosio, lo zucchero.
Il farmaco dei ricercatori dell’Ohio State, utilizzato su cellule della prostata e il tumore al seno, ha dimostrato di essere dieci volte superiori ad altri farmaci. Impedisce al glucosio di entrare nelle cellule, e riduce la loro capacità di metabolizzare gli zuccheri. Le cellule del cancro in realtà cominciano a divorarsi ed entrare nella fase di autodistruzione.
Il farmaco aggiunge ulteriori possibili applicazioni su altre malattie, come il diabete e altri problemi correlati allo zucchero come l’obesità e patologie affini a più lungo termine.
Le diverse applicazioni curative del farmaco potrebbero significare finalmente la fine di una malattia che da tanto tempo è causa di milioni di morti.
, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento