Le api mellifere possono essere addestrate per rilevare il cancro “in dieci minuti” (video)

Dutch Design Week 2013:  Susana Soares designer portoghese ha sviluppato un dispositivo che utilizza api addestrate  per rilevare il cancro e altre gravi malattie.

api1


Le api sono poste in un manufatto di vetro in cui il paziente esala; le api se rilevano il cancro volano in una zona secondaria più piccola.
“Le api addestrate si precipitano nella zona più piccola solo se sono in grado di rilevare l’odore nel respiro del paziente”, ha spiegato  Soares, che il mese scorso ha presentato il suo progetto Bee a Dutch Design Week  di Eindhoven.

Dezeen_Susana_Soares_Bees_Design_1SQ

Gli scienziati hanno scoperto che le api da miele – Apis mellifera –  hanno uno straordinario senso dell’olfatto, è più sensibile di quello di un cane da fiuto, sono in grado di rilevare le molecole presenti nell’aria nella gamma di parti per trilione.
Le api possono essere addestrate a rilevare specifici odori chimici, compresi i biomarcatori associati a malattie come la tubercolosi, il cancro dei polmoni, della pelle e del pancreas.
Le api sono state addestrate a individuare anche gli esplosivi, Insectinel è la società che le utilizza  per lavorare in operazioni anti-terroristiche.

Dezeen_Susana_Soares_Bees_Design_3

“Le api possono essere addestrate in 10 minuti“, spiega Soares. “La formazione consiste nell’esporre le api a un odore specifico e poi nutrirle con una soluzione di acqua e zucchero, in questo modo le api associano quell’odore con una ricompensa in cibo“.
Le api una volta addestrate, ricorderanno l’odore per tutta la vita, a condizione che siano sempre ricompensate con lo zucchero. Le api in media vivono per sei settimane.
“C’è molto interesse per il progetto in particolare da enti di beneficenza e  nei paesi in via di sviluppo per i bassi costi effettivi per la diagnosi precoce della malattia“, ha detto Soares.

Dezeen_Susana_Soares_Bees_Design_4
Ecco una descrizione del progetto di Susana Soares:


/ Progetto Api
Il progetto Api esplora come possiamo convivere con i sistemi biologici naturali e utilizzare il loro potenziale per aumentare le nostre capacità percettive.
Gli oggetti facilitano la capacità delle api di rilevare gli odori nel respiro umano. Le api con il riflesso di Pavlov in dieci minuti possono essere addestrate a rilevare gli odori specifici di una vasta gamma di sostanze chimiche naturali e artificiali, compresi i biomarcatori associati a determinate malattie.
L’obiettivo del progetto è di sviluppare l’attuale ricerca tecnologica, utilizzando il design per tradurre il risultato in sistemi e oggetti che le persone possono capire e utilizzare.

Come funziona
Le ampolle di vetro hanno due cosiddette camere: una camera più piccola funge da spazio diagnosi e una camera grande dove sono conservate le api in precedenza formate per il breve periodo necessario per rilevare la salute del paziente. Le persone esalano nella camera più piccola, le api si precipitano dentro se nel respiro rilevano quello caratteristico che sono state addestrate a riconoscere.

Le api che cosa possono rilevare?
La ricerca scientifica ha dimostrato che le api in una fase precoce possono diagnosticare con precisione una grande varietà di malattie, quali: tubercolosi, cancro del polmone, della pelle e il diabete.

Oggetto preciso
Il tubo esterno curvo aiuta le api a evitare di volare accidentalmente nella camera di diagnosi interna, rendendo il risultato più preciso. I tubi collegati alla piccola camera creano condensa, in questo modo l’espirazione è visibile.

Rilevamento di sostanze chimiche nel cavo ascellare
Le  antenne delle api sono in grado di identificare le ghiandole apocrine, note per contenere i feromoni che conservano informazioni sulla salute di una persona.

La clinica dell’ape
Questi strumenti diagnostici fanno parte di un sistema che utilizza le api come biosensore. Il sistema implica:
un centro ape: una struttura che facilita il potenziale tecnologico delle api. All’interno del centro ci sono un allevamento api, un centro di formazione, un laboratorio di ricerca e un centro di assistenza sanitaria;
un centro di formazione: le api sono raccolte e addestrate da specialisti che insegnano le tecniche per essere utilizzate in un ampio campo di applicazioni, tra cui la diagnosi delle malattie;
clinica ape: le api sono utilizzate in clinica per test di screening. Questi insetti attraverso il rilevamento sul respiro di una persona sono molto precisi nella diagnosi precoce. Le api sono una risorsa sostenibile e di valore, dopo aver eseguito la diagnosi in clinica, tornano al loro alveare.

Formazione delle api
Le api utilizzando il riflesso di Pavlov possono essere facilmente addestrate per essere indirizzate a rilevare una vasta gamma di prodotti chimici, odori naturali e artificiali, inclusi i biomarcatori associati a determinate malattie. La formazione consiste nel confondere le api con un odore specifico e nutrirle con una soluzione di acqua e zucchero, perciò loro associano quell’odore con una ricompensa di cibo.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento