Pubblicità a prova di proiettile – Non tutte le aziende possono dimostrare di essere dietro ai loro prodotti (video)

La pubblicità, rischia di nuocere alla salute … 

Il modello pubblicitario è sostenuto da una scienza che usa tecniche raffinate e si avvale dell’apporto di psicologi, artisti, disegnatori e registi famosi. E’ un’industria che investe ingenti capitali, impiega intelligenze sopraffine e dà lavoro a milioni di persone.
E’ facile per molte aziende affermare in pubblicità di stare dietro al loro prodotto, quando non devono dimostrare che è vero.
Le persone che richiedono una protezione seria come un vetro antiproiettile, non possono correre rischi per una pubblicità ingannevole.
Il cliente che compra una macchina nuova, in caso di difetti si può rifare con la garanzia che assicura interventi gratuiti per la riparazione. In casi estremi, tentativi di riparazione andati a vuoto, può avere in cambio una nuova macchina.
Il problema è ben diverso se il difetto riguarda un vetro antiproiettile, è probabile di essere già morti, prima di poter chiedere la sostituzione del prodotto. 

Trent Kimball, titolare del Texas Armoring Corp, dimostra letteralmente di essere dietro al suo prodotto. Ha chiesto al suo dipendente di sparargli da distanza ravvicinata con un fucile automatico Kalašnikov, mentre lui si protegge dietro ad una “semplice ” lastra di vetro antiproiettile prodotta dalla sua azienda.

, , , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento