Snoopy, Ciao Kitty e altri famosi cartoni animati sono diventati calvi per essere vicini ai bambini con il cancro (video)

Per i bambini con cancro, può essere difficile quando il trattamento provoca la perdita di capelli. In Brasile Bald Cartoons (cartoni animati calvi), creato dall’agenzia pubblicitaria Ogilvy Brasile, in collaborazione con il Gruppo di sostegno per bambini e adolescenti con Cancro (GRAAC)per far diffondere il messaggio che un bambino con tumore merita di essere trattato come qualsiasi altro bambino raffigura senza capelli i personaggi popolari dei cartoni animati.
GRAAC è un ente senza scopo di lucro, creato al fine di garantire ai bambini e adolescenti affetti da cancro il diritto di tutte le possibilità di cura con la qualità di vita, all’interno degli standard scientifici più avanzati. L’ospedale GRAACC riceve 2.500 pazienti il mese, per fornire sedute di chemioterapia, consultazioni, procedure ambulatoriali, trapianti di midollo osseo e altri. E’ anche la diagnosi e cura del cancro dei bambini.
Roberto Fernandez, executive officer creativo di Ogilvy Brazil, ha detto:
«Un bambino si relazione a un cartone animato come con la sua famiglia e gli amici, così abbiamo pensato di cambiare l’immagine dei cartoni animati per stimolare i bambini che combattono il cancro per sentirsi meglio con il loro aspetto, ma anche per ispirare tutti quelli che sono intorno a loro a sentirsi allo stesso modo».
La “Campagna fumetto” ha preso il via il 23 novembre 2013 in concomitanza con il National Childhood Cancer Day. E’ stato un successo immediato, ha ricevuto un twitter da Dilma Rousseff, presidente del Brasile.
Il movimento grazie alla sua popolarità in Brasile, in questo mese è andato globale, con la partecipazione di quaranta personaggi iconici come Snoopy, Garfield, Ciao Kitty e le stelle di Rio 2. Il sito Bald Cartoons (vedi) ha poster, fumetti e brevi video raffiguranti i personaggi con le teste calve.

In un video girato al GRAAC Hospital (vedi sopra) un gruppo di ragazzi sottoposti a trattamento sorride durante la visione di un episodio del popolare cartone animato brasiliano  “Monica’s Gang”. I piccoli occhi s’illuminano, una bambina indica la sua testa mentre vede un personaggio dei cartoni animati calvo.
«Ho pensato che se a scuola non mettevo il mio cappello in testa tutti avrebbero riso, ora non mi sento più a disagio», ha detto un ragazzo nel video, sorridendo con la sua testa calva dopo essersi tolto il berretto da baseball.
Una ragazza adolescente ha aggiunto: «Dovete essere orgogliosi di ogni bambino calvo che si vede, perché sta combattendo per la vita».
Jeremy Shatan, direttore esecutivo presso l’Hope & Heroes Cancer Fund per bambini, loda gli obiettivi di Bald Cartoons, ma si pone domande se la “Campagna fumetto” sta facendo abbastanza:
«Questa è una bella iniziativa, aiuta i bambini a sentirsi meglio nell’essere trattato bene dai loro coetanei. Tuttavia, questo tipo di campagne può distrarre da ciò che è realmente necessario, quello di aumentare i finanziamenti per la ricerca per migliorare i trattamenti e ampliare la nostra comprensione di queste malattie, e le risorse per le famiglie che sono finanziariamente devastate nell’avere un bambino con il tumore.
La campagna avrebbe maggiore impatto se legata in modo sostanziale con qualcosa che potrebbe cambiare la vita dei bambini con cancro».

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento