I dati di SimilarWeb rivelano una costante diminuzione dell’utilizzo di Facebook

Wagner James Au consulente tecnico, consigliere SXSW, autore di “Making of Second Life”, ha scritto:
«La scorsa settimana secondo i dati di SimilarWeb ho notato che l’uso di Facebook è crollato dopo lo scandalo Cambridge Analytica, ma, a quanto pare, la tendenza al ribasso è iniziata prima – in particolare, proprio intorno alle elezioni presidenziali americane, nel novembre 2016. Da allora, le visite mensili totali a Facebook negli Stati Uniti (sia sul web che attraverso l’app mobile) sono scese da circa 8 miliardi / mese a quello che sono ora, circa 5 miliardi / mese – una perdita di circa 3 miliardi visite (vedi dati).
Un analista di SimilarWeb ha gentilmente condiviso con me i dati di cui sopra – anche se per la cronaca, necessariamente non condivide la mia convinzione che l’elezione stessa sia un fattore causale: piuttosto, egli ritiene che ci sia stata solo più attività nel periodo precedente le elezioni (gli utenti che condividono e discutono sulle ultime notizie della campagna, e così via), scesa dopo il conteggio dei voti e l’annuncio della vittoria di Trump.
Molti utenti di Facebook anche sul cellulare, utilizzano applicazioni alternative di social media come Instagram e WhatsApp (si può notare che l’utilizzo dei dispositivi mobili è in calo da novembre 2016, mentre l’utilizzo del desktop è rimasto quasi costante da un mese all’altro).
E’ certamente possibile (e sicuramente parte della tendenza al ribasso), ma ho un’altra interpretazione: gli utenti del desktop tendono a essere meno giovani, generalmente associati alle routine di utilizzo quotidiano (ad esempio, l’accesso a Facebook dal lavoro sul computer dell’ufficio), quindi è logico che l’utilizzo desktop di Facebook rimanga costante.
Nel frattempo, la maggior parte dell’uso di Facebook per anni è stato via mobile, quindi ha senso che questo è il luogo in cui l’utilizzo avrebbe segnato il successo principale. Alla fine, solo Facebook saprà quanto #DeleteFacebook e la rabbia generale degli utenti del social network riguardo alle elezioni ha causato questo continuo calo. Ciò che è certo, tuttavia, è che il calo si sta verificando».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento