Perché Facebook invita a votare alle Elezioni Europee?

Avete votato alle elezioni europee? Se siete nel Regno Unito o nei Paesi Bassi, allora è probabile che possiate aver già visto o essere in procinto di vedere apparire il messaggio nel feed di notizie di Facebook. Si ricorda che è tempo di elezioni, Facebook ha predisposto il pulsante “Sono un elettore” per dimostrare ai propri amici di aver partecipato al voto.

I'am voter Facebook
La funzionalità è stata inizialmente sperimentata nel 2008 negli Stati Uniti, poi nel 2012 quando è stata utilizzata per le elezioni presidenziali americane, più di nove milioni di persone hanno cliccato sul pulsante “Sono un elettore”. E’ accaduto anche in India nella recente elezione, su Facebook quattro milioni di persone hanno dichiarato di aver votato.
La funzionalità è stata estesa a livello globale, sarà utilizzata in tutti i paesi che parteciperanno al voto delle elezioni del Parlamento europeo. In seguito nel mese di settembre apparirà anche nel referendum per l’indipendenza in Scozia e nelle elezioni di quest’anno in Brasile, Corea del Sud, Nuova Zelanda, Colombia, Indonesia e Svezia.
La ricerca suggerisce che è interessante notare che la funzione può effettivamente aumentare il tasso di partecipazione alle elezioni: uno studio pubblicato su Nature sulle elezioni del 2010 per il Congresso degli Stati Uniti ha evidenziato un aumento di 340.000 elettori. Il più grande fattore d’influenza a partecipare al voto non è stato un richiamo del messaggio ma l’impatto di vedere gli amici intimi che avevano cliccato sul tasto “Sono un elettore”.

Facebook per quale motivo vuole incoraggiare le persone a votare?
Bernie Hogan, un ricercatore presso l’Oxford Internet Institute, risponde:
«E’ un gioco da ragazzi. La domanda è: perché Facebook non dovrebbe fare questo? E’ pronto a presentarsi come una forza per il bene nel mondo, e più di ogni altro social network, è particolarmente adatto per le persone a far condividere ciò che plasma la loro immagine o identità – compresa la politica. Facebook ha detto che l’anno scorso dopo l’elezione del Papa, il secondo argomento più popolare di discussione è stato la politica.
Incoraggiare l’affluenza alle urne e la discussione politica per Facebook non può essere l’unico motivo, proprio come quando recentemente ha lanciato il pulsante “Chiedere”, il pulsante “Sono un elettore” è una caratteristica che fornirà al social dati importanti che in teoria potrebbe vendere a società di marketing».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento