Greenpeace accusa Nike, Adidas e Puma per sostanze chimiche tossiche in scarpini e magliette forniti per la Coppa del Mondo in Brasile

Greenpeace in un rapporto pubblicato il 19 maggio 2014, ha detto che le divise e scarpini forniti da tre marchi sportivi internazionali, principali produttori di abbigliamento per l’imminente Coppa del Mondo in Brasile, sono contaminati da sostanze chimiche tossiche.
L’organizzazione ambientalista nella sua relazione ha detto che ha acquistato articoli sportivi da Nike, Adidas e Puma in 16 paesi e regioni di tutto il mondo e ha condotto test su di loro da marzo a maggio.
Il rapporto ha evidenziato che l’81 per cento delle scarpe da calcio delle tre marche e il 35 per cento delle loro magliette avevano residui chimici, compresi i plastificanti e composti perfluorinati. Tra i prodotti testati, l’indice perfluoroottanoico di una scarpa da calcio Adidas Predator conteneva più di 15 volte la quantità standard di acido.
L’acido perfluoroottanotico, o PFOA, è spesso usato per fare tessuti impermeabili e difficili da degradare, la sostanza chimica dopo un lungo periodo a contatto umano potrebbe danneggiare la fertilità. Il prodotto chimico secondo le norme dell‘Unione Europea è stato indicato come una sostanza di alto profilo. I test sugli animali hanno anche dimostrato che il PFOA può provocare il cancro.
Li Yifang, direttore del progetto di Greenpeace per prevenire l’inquinamento, ha detto che la sostanza chimica è attualmente vietata in alcuni paesi e regioni, tra cui la Norvegia, alcune aziende, come Adidas, lo hanno deluso per aver detto che avevano già eliminato la sostanza tossica dalla produzione“.
Greenpeace ha consigliato ai consumatori e tifosi a non acquistare i prodotti realizzati con sostanze chimiche tossiche. Li Yifang ha aggiunto:
«Queste inquinate magliette sportive e scarpe da calcio indossati dagli atleti in gara non rispettano gli ideali ambientali della Coppa del Mondo in Brasile“.
Greenpeace ha invitato i tre marchi sportivi di rivelare il più presto possibile le informazioni sulla tossicità sui loro prodotti. Ha suggerito di stabilire un calendario preciso per eliminare le sostanze chimiche tossiche dalle linee di produzione e di adottare misure specifiche per fornire prodotti sicuri per l’ambiente e per i consumatori.

, , , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento