Anousheh Ansari la prima astronauta blogger rivela: lassù non è tutto rosa e fiori

Anusheh Ansari, prima turista spaziale donna, 40 anni, americana di origine iraniana, ha pagato 20 milioni di dollari per avere il diritto di trascorrere otto giorni a bordo della Stazione spaziale internazionale (Iss), dove, tra un’orbita e l’altra, ha realizzato esperimenti medici e biologici per l’Agenzia spaziale europea.
Anushed Ansari è anche la prima astronauta blogger e nel suo Blog ha scritto di questa straordinaria esperienza e di alcune difficoltà a livello di igiene personale riscontrate nel suo viaggio spaziale.
Nel suo Blog diario, scrive dell’acqua che non va giù ma fluttua, un problema risolto con l’utilizzo di salviette umidificate, asciutte, asciugamani umidificati. Per il lavaggio dei denti, spiega che è vietato sputare l’acqua: deve essere tassativamente ingoiata.
L’operazione più difficoltosa a livello d’igiene è stata quella di lavarsi i capelli e la descrive così:
"Ho preso un contenitore con l’acqua e ho atteso il formarsi di una grossa bolla sulla testa, poi ho preso uno shampoo a secco facendo attenzione a non fare movimenti bruschi per non far esplodere la bolla d’acqua in tante bolle fluttuanti.
L’acqua utilizzata nella stazione spaziale viene raccolta, purificata e nuovamente riciclata.
Esperienza unica e indimenticabile quella della Blogger miliardaria Anusheh Ansari. Unica delusione – come riporta nel Blog  Spaceblog, con video della missione -, quella di non aver trovato nel kit igienico che le hanno consegnato nessun tipo di cosmetico (desiderava un rossetto per le labbra), ma solo un rasoio e la schiuma da barba.
Maschilisti anche lassù?

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

8 thoughts on “Anousheh Ansari la prima astronauta blogger rivela: lassù non è tutto rosa e fiori

  1. Uhm… interessante. Non voglio nemmeno pensare a come risolvono altri tipi di problemi “tipicamente femminili”… ^-^

    Ciao Patt.

  2. Io credo che da questo pianeta non mi sposterò mai,già basta quello che stiamo distruggendo sul nostro,io dico lasciamoli vivere in pace,se cè vita la su,ciao un grande abbraccio,e ti auguro una lieta serata.

    🙂

    L’ESPLORATORE

  3. beh, sarò controcorrente ma cosa si aspettava lassù una suite la nostra turista blogger. 20 milioni di euro sono una bella cifra però, ad essere davvero sinceri, non lo scambierei mai per una scampagnata sulla luna. Credo ci si senta troppo soli…

  4. Ah, sì, nello spazio effettivamente il rossetto è as-so-lu-ta-men-te in-di-spen-sa-bi-le:)

    Baciotto, senza rossetto, altrimenti ti lascio il segno*

Lascia un commento