Testato profumo per WC per convincere la popolazione del terzo mondo a utilizzare le latrine per prevenire l’inquinamento dei corsi d’acqua

Chiunque è costretto a visitare un abusato e poco pulito WC chimico mobile sa che la puzza può essere sufficiente per allontanare la gente. Negli Stati Uniti e in altre parti del mondo con sistemi sanitari sviluppati, utilizzare queste strutture è un fastidio occasionale riservato ai frequentatori di concerti, fiere di paese e partite di calcio delle scuole superiori.
I bagni pubblici puzzolenti in altre parti del mondo, tuttavia, sono più di un semplice fastidio, minacciano la salute pubblica, circa 2.4 miliardi di persone vivono senza servizi igienici: mentre i villaggi e le Ong spesso costruiscono grandi latrine per impedire ai rifiuti umani di contaminare i corsi d’acqua, boschi e aree agricole, la puzza di cacca può essere così travolgente che molte persone scelgono di soddisfare i loro bisogni all’aperto, piuttosto che sottomettersi all’aggressione olfattiva.
La Fondazione Bill e Melinda Gates per affrontare questo problema ha collaborato con un gruppo di scienziati della Firmenich (azienda privata svizzera attiva nel settore dei profumi e degli aromi, la più grande società privata del settore, e la seconda al mondo, hanno creato numerosi profumi in 121 anni, ha prodotto una serie di aromi utilizzati ogni giorno da milioni di consumatori), per creare una sostanza chimica “profumata” in grado di neutralizzare la puzza di cacca presumibilmente per incoraggiare più persone a utilizzare i servizi igienici maleodoranti.
La collaborazione è nata dalla recente visita di Bill Gates a Ginevra in occasione del World Toilet Day, un evento internazionale che si propone di portare l’attenzione alle problematiche igienico-sanitarie globali, sul suo blog il 16 novembre 2016 ha scritto:
«La chimica delle latrine è molto più complessa di quanto si potrebbe pensare, ci sono più di 200 composti chimici presenti nelle feci e urine, cambiano e si combinano per formare terribili vari odori».

Firmenich per capire questo “stufato di chimica”, ha raccolto campioni da latrine in Kenia, India, Uganda e Sud Africa, ha isolato quattro prodotti chimici principali responsabili del cattivo odore: indolo, p-cresolo, dimetil trisolfuro, e acido butirrico. La società ha poi creato “profumi” sintetici che imitano i bagni puzzolenti, hanno studiato il modo migliore per mascherare le sostanze chimiche che causano cattivi odori, fino a trovare un composto neutralizzante per l’odore che Bill Gates ha testato in prima persona. Ha detto che ha completamente mascherato gli odori:
«Il metodo è simile a quello delle cuffie con cancellazione del rumore, utilizzate da molte persone in aereo per bloccare i rumori dei motori a reazione, allo stesso modo, gli ingredienti nelle fragranze sviluppati da Firmenich, inibiscono l’attivazione dei recettori olfattivi sensibili ai cattivi odori. Bloccando i recettori, il nostro cervello non percepisce i cattivi odori.
La nuova fragranza blocca odore può aiutare a risolvere un problema enorme in aree povere di tutto il mondo in cui la mancanza di servizi igienico-sanitari significa che le persone defecano all’aperto. A livello globale un miliardo di persone non ha servizi igienici, altri per la puzza, soprattutto quella che proviene dalle latrine, continuano a fare i loro bisogni all’aria aperta».
Non c’è da meravigliarsi: i ricercatori fanno notare che i recettori nel naso, hanno collegamenti diretti chiamati “assoni” che terminano nel cervello. L’olfatto è uno dei sensi più antichi, è fondamentale per la comprensione del mondo che ci circonda, in particolare a individuare situazioni pericolose che potrebbero farci male, come il fumo di un incendio in casa, o il cibo guasto.