Sondaggio Blogger: solo un terzo fa giornalismo

Molte persone vedono i giornali online o "blog" come alternativi ai media principali, ma la maggior parte degli americani che ne hanno uno lo fanno per hobby piuttosto che per vocazione, secondo un’indagine pubblicata oggi.
Circa il 77% degli autori di un blog, meglio noti come bloggers, hanno detto che pubblicano nel proprio spazio per esprimersi creativamente piuttosto che per ottenere notorietà o essere ricompensati, secondo l’indagine pubblicata da Pew Internet & American Life Project.
Nell’articolo è scritto anche che il 37% dei bloggers parla della propria vita e delle proprie esperienze come argomento principale, mentre la politica e il governo sono al secondo posto con l’11%.
L’industria dello spettacolo è il terzo argomento più popolare, col 7%, seguito dallo sport, col 6% e l’informazione, con il 5% . Religione e spiritualità riguardano il 2% dei blog.
Circa l’8% degli utenti Internet, o 12 milioni di americani, ha un blog, secondo Pew. Circa il 39% degli utenti americani di internet, o 57 milioni di persone, li legge, hanno detto i ricercatori.
Circa il 34% vede nei blog una forma di giornalismo; il 65% non è d’accordo. Solo un terzo dei bloggers ha detto di essere spesso impegnato in attività giornalistiche come verificare i fatti e inserire i collegamenti alle fonti.
Più del 40% dei bloggers ha detto di non citare mai le proprie fonti o altri media. L’11% ha detto di pubblicare eventuali correzioni. Il 61% ha detto che raramente o mai ottiene il permesso di usare materiale coperto da copyright.
Il sondaggio svolto da Pew si basa su un’indagine telefonica su 233 persone che si sono autodefinite come bloggers e che è stata condotta tra luglio 2005 e febbraio 2006. Il margine d’errore è del 6,7%.
Fonte: it.news

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

3 thoughts on “Sondaggio Blogger: solo un terzo fa giornalismo

  1. Noi blogger italiani, allora siamo più corretti: citiamo sempre la fonte!!!

    In ogni caso, interessante il dato americano sulla percentuale di chi vede il blog come sinonimo di informazione alternativa, politica e non…!

    E, come ben sappiamo, paradossalmente, negli Stati Uniti, l’informazione dei media tradizionali è tradizionalemtne più libera rispetto a quella italiana!

  2. fare giornalismo blog richiede tempo e professionalità. io mi accontento di “gestire” un blog in cui esterno i miei pensieri.

    in quanto ai blog italiani, mi par di capire che la maggior parte dei cosiddetti blog siano contenitori in cui si svuotano parti di se stessi e siamo ben lungi, noi italiani, dai blog giornalismi.

    se ne conosci qualcuno avvertimi! : )

  3. Mi pare che vi siano in giro molti blog interessantissimi che offrono informazione alternativa a quella ufficiale da Corriere della Velina. Io ne scopro ogni giorno.

    Tutto sta a scovarli nel mare di “ieri pippo mi ha lasciata e sono sconvolta, pippuccio non mi lasciare, la tua micetta”.

    ciao

    Lameduck

Lascia un commento