Senza parole, accanimento su De Rossi sottoposto a dose massiccia di antidolorifici …

[…] De Rossi sembra non avere alternative, ecco perché Garcia gli chiederà uno sforzo nonostante ieri è stato reso pubblico il motivo che sta frenando il centrocampista dopo gli esami svolti mercoledì. «Una microfrattura del processo spinoso ad una vertebra dorsale» recita il bollettino del club, spiegando cosa c’è all’origine dei dolori alla schiena avvertiti da De Rossi dopo la trasferta di Cesena. Un colpo fortuito ha provocato questo danno, ma non gli ha impedito di scendere in campo con il Napoli grazie all’ausilio di una dose massiccia di antidolorifici. Lo stesso accadrà domenica, dopo qualche allenamento personalizzato. E Daniele si sentirà almeno un po’ «alleggerito»: il fatto che il suo infortunio fosse rimasto nascosto ha pesato sui giudizi della prestazione contro gli azzurri di Benitez. In fondo, la gran parte dei problemi di Capitan Futuro di quest’anno sono fisici: due ricadute dell’infortunio al polpaccio patito al Mondiale più acciacchi vari lo hanno limitato ed esposto alle «solite» bocciature.

Microfrattura di De Rossi è più dolorosa quella con i tifosi
Resto allibito per questo trattamento ai danni di Daniele De Rossi, non è giusto continuare a fargli stringere i denti e mandarlo in campo anche contro il Torino.
E’ vero solo chi ha la tempra di De Rossi può scendere in campo con una microfrattura, evidentemente per lui meno dolorosa della “microfrattura” che da qualche anno ha con una parte di tifosi pronti come sempre a fischiarlo alla minima prestazione sotto i suoi livelli, fischi che gli pioveranno addosso con il sibilo della critiche se la delicata partita contro il Torino non terminerà con la vittoria.
Daniele De Rossi come sempre è pronto anche a questa eventualità, sui fischi ha già risposto:
«Chi sta in campo non sente i fischi. E’ normale che un campione affermato abbia sempre i fari puntati contro».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →