Piccolo asteroide in rotta di collisione con la Terra avvistato solo poche ore prima dell’impatto

Catalina Sky Survey (è un progetto di ricerca, condotto dal Lunar and Planetary Laboratory dell’Università dell’Arizona, mirato alla ricerca di comete, asteroidi e oggetti Near-Earth – NEO, la cui orbita può intersecare quella della Terra. Uno degli obiettivi prioritari della campagna osservativa è l’individuazione di quegli asteroidi potenzialmente pericolosi che percorrono orbite che intersecano quella della Terra e che in futuro potrebbero precipitare sul nostro pianeta), lo scorso sabato mattino ha intravisto un asteroide in rotta di collisione verso la Terra, confermato dagli astronomi del Minor Planet Center e il Centro della NASA per gli studi sugli oggetti vicini alla Terra (CNEOS).
Fortunatamente per noi terrestri, come valutato dagli scienziati, l’asteroide 2018 LA, largo meno di due metri, si è disintegrato in modo sicuro nell’atmosfera terrestre. Lindley Johnson, ufficiale di difesa planetaria presso la sede della NASA, in una dichiarazione dell’agenzia ha detto:
«Era un oggetto molto più piccolo di quelli che abbiamo il compito di rilevare per lanciare l’allarme. L’evento ha consentito di mettere alla prova le nostre capacità, garantendo una cerca sicurezza che i nostri modelli di predizione sono adeguati per rispondere al potenziale impatto di un oggetto più grande».
L’impatto dell’asteroide ha offerto un impressionante spettacolo di luci ai residenti del Botswana, nell’Africa meridionale. La NASA ha riferito che alle 18:44 ora locale l’impatto ha creato una brillante palla di fuoco nel cielo del Botswana (vedi). L’asteroide quando ha raggiunto la Terra stava viaggiando alla velocità di 57.936,38 km/h.
Gli astronomi avendo individuato l’asteroide quando era vicino al nostro pianeta, non potevano dire esattamente dove avrebbe impattato. Le previsioni iniziali indicavano una vasta regione dall’Africa meridionale alla Nuova Guinea. Ulteriori analisi sono state fatte nell’Africa meridionale, le nostre valutazioni post-impatto hanno confermato che l’asteroide ha colpito il cielo  sopra il Botswana”.
E’ abbastanza raro per gli astronomi intercettare gli asteroidi in rotta di collisione verso la Terra, anche se molti oggetti si avvicinano notevolmente al nostro pianeta, questa è solo la terza volta che un asteroide è stato osservato su un percorso d’impatto con la Terra. I tre eventi sono stati scoperti dall’astronomo Richard Kowalski presso il Catalina Sky Survey. Paul Chodas, direttore del CNEOS dello Jet Propulsion Laboratory della NASA, ha detto:
«E’ anche la seconda volta che l’alta probabilità di un impatto è stata prevista ben prima dell’evento».
L’asteroide 2008 TC3 di circa 4 metri di larghezza, nel 2008 si è disintegrato nel cielo del nord del Sudan circa 19 ore dopo la scoperta. Gli astronomi che quattro anni fa avevano intravisto l’asteroide 2014 AA, non hanno avuto abbastanza tempo per eseguire dettagliate osservazioni e controlli programmati. Fortunatamente, come riportato da Sky & Telescope, l’asteroide ha colpito l’Oceano Atlantico, a migliaia di chilometri dalla massa terrestre più vicina.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento