Perché il calciatore Alexis Sanchez è stato lasciato da due sue ex?

Valentina Roth ex fidanzata della stella dell’Arsenal Alexis Sanchez ha rivelato che due suoi amici, una volta segretamente hanno filmato mentre faceva sesso con il calciatore cileno, durante una festa nella sua casa di Santiago.
Valentina Roth ballerina ventiquattrenne, ha accusato Sanchez di sapere che i suoi due amici erano nascosti dentro l’armadio e stavano filmando il loro rapporto sessuale. Ha descritto il giocatore come “mediocre” rispetto al suo nuovo fidanzato. Al Dailly Star ha detto:
«Lo odio non potrò mai perdonarlo per quello che è accaduto quella notte. Forse Alexis pensa che sia divertente filmare una donna che sta facendo l’amore, scommetto che sarebbe furioso se qualcuno avesse fatto lo stesso con sua madre e sua sorella. Rispetto al mio attuale fidanzato lui è molto mediocre, deve ancora crescere».
Alexis Sanchez l’anno scorso mentre frequentava l’ultima fiamma Laia Grassi, ha avuto un figlio nato da una relazione con la sua ex Mary Plaza nipote di Pere Marçet uno dei fondatori del Barcellona.
Laia Grassi dopo Valentina Roth ha scaricato Alexis Sanchez, come riporta l’organo di stampa cileno La Cuarta, ha annunciato su Instagram la sua separazione dal calciatore dell’Arsenal, ha cancellato tutte le foto della coppia condivise sul suo account. Senza una chiara spiegazione del perché la coppia si è separata, una voce che ha iniziato a fare il giro del web, un’altra donna, Camila Andrade, è stata scoperta a flirtare con Alexis Sanchez.
I giornalisti di La Cuarta però ora credono di aver scoperto il vero motivo della rottura, l’agenzia di stampa cilena ha scritto:
«Laia Grassi ha troncato il suo rapporto con Sanchez perché non poteva sopportare il suo scarso impegno a letto, sarebbe durato solo tre minuti tra le lenzuola, addormentandosi subito dopo».

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento