Solar Impulse 2, guarda online il volo intorno al mondo dell’aereo a energia solare

Il tentativo di record di volo intorno al mondo con un aereo a energia solare ha preso il via oggi da Abu Dhabi. Il velivolo chiamato Solar Impulse 2 alle ore 07:20 locale (03:20 GMT) è decollato dall’Emirato, in direzione est a Muscat in Oman. Nel corso dei prossimi cinque mesi, attraverso l’oceano Pacifico e Atlantico volerà da un continente all’altro. Il volo prevede dodici tappe in varie località in tutto il mondo, per riposare e per fare la manutenzione, e anche per diffondere informazioni sulle tecnologie pulite.

E’ possibile seguire l’aereo?
Sì, è stato predisposto su Solarimpulse (vedi) un servizio di comunicazione unificato che consente agli utenti di seguire in diretta le fasi dell’intera missione.

Ecco tutto ciò che c’è da sapere su Solar Impulse 2 l’aereo a energia solare nel suo primo viaggio intorno al mondo, è racchiuso nelle seguenti sette domande e relative risposte.

1. L’aereo può volare di notte?
Sì. Quasi la metà della struttura di 2,3 tonnellate dell’aeroplano è costituita da 630 kg di batterie al litio. Si ricaricano durante il giorno permettono il volo anche quando è buio. La notte volerà più lento per risparmiare energia.

2. Quale sarà il suo percorso?
Partito da Abu Dhabi questa mattina si recherà in visita in Oman, Mandalay, Chong Ching, Nanjing, Honolulu, Phoenix, Arizona, New York, Europa meridionale o in Africa del nord, in base alle condizioni meteo per far ritorno nella tappa finale ad Abu Dhabi.

3. Quanto carburante sarà utilizzato?
Nessuna goccia, zero litri di carburante.

4. Quali sono le specifiche dell’aereo? Quante persone può trasportare?
Si tratta di un aereo monoposto in fibra di carbonio, pesa 2.300 kg. circa la stessa di un’auto. E’ più grande di un aereo di linea Boeing 747-8 Intercontinental con un’apertura alare di 72 metri, dove sono presenti 17.000 celle solari che alimentano quattro motori elettrici per erogare una velocità di crociera tra i 50 e 100 km l’ora.

5. Chi partecipa alla missione?
Ci sono due piloti (Andrew Borschberg e Bertrand Piccard), che si alterneranno per tutto il viaggio, seguiti da un gruppo di ottanta tecnici e ingegneri con un team di comunicazione.

6. E’ possibile seguire l’aereo?
Sì, è stato predisposto su Solarimpulse un servizio di comunicazione unificato che consente agli utenti di seguire in diretta le fasi dell’intera missione.

7. I voli per quanto tempo durano? Saranno ardui per i piloti?
I piloti potranno volare fino a cinque giorni alla volta, dormendo solo per due o tre ore in un periodo di 24 ore. L’aereo è troppo delicato per una funzione di auto-pilota, ha un co-pilota elettronico che può mantenere la direzione e avvisare il pilota di eventuali problemi.
La cabina di guida non è pressurizzata, le temperature variano tra i -40° C a + 40° C, il pilota utilizza una tuta che gli consente di spogliarsi e vestirsi rapidamente, dovrà indossare una maschera per l’ossigeno.
I due piloti Piccard e Borschberg utilizzano tecniche di yoga, di meditazione e di auto-ipnosi per far fronte alla privazione del sonno e condizioni estreme all’interno della cabina di guida. Hanno imparato le tecniche che permettono loro di raggiungere in fretta uno stato di sonno profondo.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento