Nuova scoperta – L'olio di pesce combatte la perdita di peso causata dalla chemioterapia

 Lo studio è stato pubblicato online da American Cancer Society

Una nuova analisi dei ricercatori ha evidenziato che la dieta integrata con olio di pesce, può prevenire la perdita di peso e tono muscolare che si verifica comunemente in pazienti malati di tumore, sottoposti a chemioterapia.
La chemioterapia può causare perdita della massa muscolare e peso, ciò comporta più fatica, diminuzione della qualità della vita, impossibilità di ricevere le cure necessarie, fino ad abbreviare la sopravvivenza.
I ricercatori hanno scoperto che la dieta, integrata con olio di pesce (contiene omega-3, acidi grassi come l'acido eicosapentaenoico), può aiutare i pazienti a mantenere o aumentare il tono muscolare.
Vera Mazurak,
responsabile della ricerca presso l'Università di Alberta a Edmonton, in Canada, ha guidato il suo team con il compito di esaminare alcuni pazienti malati di cancro ai polmoni, per verificare l'efficacia dell'olio di pesce per il mantenimento del peso, la massa muscolare e il tessuto adiposo, confrontando i dati con i risultati ottenuti con la terapia standard.
Lo studio ha coinvolto sedici pazienti, testati con una somministrazione giornaliera 2,2 grammi d’olio di pesce (acido eicosapentaenoico) e altri ventiquattro pazienti in terapia tradizionale.
La periodo di studio sui pazienti è durata dieci settimane, fino al completamento della prima fase del trattamento di chemioterapia. La massa muscolare e il grasso dei pazienti sono stati periodicamente misurati con la tomografia computerizzata delle immagini. L'analisi del sangue e il peso corporeo, registrati all'inizio dello studio, in seguito sono stati controllati durante le fasi del ciclo di chemioterapia.
In dettaglio:
– i pazienti in cura senza olio di pesce, in media hanno perso 2,3 chilogrammi di peso corporeo;
– i pazienti in terapia con olio di pesce, hanno mantenuto il peso;
– i pazienti con maggior concentrazione d’acido eicosapentaenoico nel sangue, ha incrementato la massa muscolare;
– il sessantanove per cento dei pazienti inseriti nel gruppo trattato con olio di pesce, ha incrementato o mantenuto la massa muscolare; in confronto, solo il ventinove per cento dei pazienti inseriti nel gruppo terapia standard, ha mantenuto la massa muscolare. In generale, i pazienti di questo gruppo hanno perso 1 chilo di massa muscolare. In totale, nessuna differenza della massa adiposa è stata osservata nei due gruppi.
In conclusione, gli autori dello studio hanno detto:
"Nel trattamento standard durante la chemioterapia, l'integrazione nutrizionale giornaliera con due grammi d’olio di pesce, fornisce un vantaggio ai pazienti, consente loro di mantenere il peso e la massa muscolare".
Vera Mazurak, responsabile della ricerca, ha aggiunto:
"L'olio di pesce, interferendo in stadi alterati nel cancro avanzato, può prevenire la perdita di peso e massa muscolare. Ciò rappresenta una grande speranza perché attualmente non esiste alcun trattamento efficace per gestire la perdita di peso dovuta al cancro.
L'olio di pesce è sicuro, non è tossico, in sostanza, privo d'effetti collaterali. Può essere utile ai pazienti con altre forme di tumore ed altre malattie croniche associate alla malnutrizione, come pure alle persone anziane, soggetti a rischio di perdita di massa muscolare".

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento