L’olio di cocco è dannoso per le arterie, contiene più grassi saturi del burro, grasso di manzo, o strutto di maiale

L’olio di cocco, per anni è stato esaltato come una sana alternativa al burro o altri tipi di oli da cucina, in un recente documento gli esperti cardiovascolari dell’American Heart Association (AHA) dicono che non è vero, l’olio di cocco in realtà contiene più grassi saturi del burro, grasso di manzo, o strutto di maiale. Precedenti studi hanno confermato che mangiare una dieta ricca di grassi saturi può aumentare nel sangue il livello di colesterolo cattivo (LDL), ciò può ostruire le arterie e aumentare il rischio di malattie cardiache e ictus. Il rapporto AHA sconsiglia l’uso di olio di cocco:
«Poiché l’olio di cocco aumenta il colesterolo LDL, una causa di malattia cardiovascolare, e non ha noti favorevoli effetti di compensazione, si sconsiglia l’uso di olio di cocco».

Equivoci sull’olio di cocco
Gli esperti sanitari dicono che i pareri positivi che circondano l’olio di cocco probabilmente nascono da percezioni generali sui grassi alimentari. Molti consumatori nel corso degli anni, sono stati indotti a credere che i grassi vegetali siano preferibili ai grassi animali a causa della quantità di grassi saturi che questi tendono a contenere.
AHA riporta che i recenti studi mostrano che non è una regola vincolante per tutti i grassi vegetali, mentre alcuni oli vegetali, come l’olio d’oliva o l’olio di girasole, hanno più grassi insaturi, l’82% del grasso dell’olio di cocco è saturo, ben sopra il burro (63%), grasso di manzo (50%), e lardo di maiale (39%).
I recenti risultati in gran parte contrastano con il parere del pubblico, AHA nel suo documento cita una recente indagine, ha evidenziato che il 72% degli americani valuta l’olio di cocco come un “cibo sano”, mentre solo il 37% dei nutrizionisti ha detto la stessa cosa. Nonostante le dichiarazioni che la miscela di grassi in olio di cocco sia benefica, AHA dice che non ci sono prove di buona qualità a confermare tali affermazioni.

Ridurre i grassi saturi
Il messaggio principale contenuto nel documento di AHA è che i consumatori per evitare rischi cardiovascolari dovrebbero cercare di ridurre al minimo la quantità di grassi saturi che ingeriscono.
Gli esperti sanitari dicono che i consumatori nella loro dieta dovrebbero sforzarsi di ridurre la quantità complessiva di grasso, con particolare attenzione alla riduzione dei grassi saturi, spesso può fare una grande differenza in termini di salute cardiovascolare.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento