La Befana: festeggiare l’Epifania in Italia

Il 6 gennaio è conosciuto in tutto il mondo come l’Epifania, ma per i bambini italiani il suo significato principale è la celebrazione nota come “La Befana”. Tradizionalmente, questo è il giorno in cui un’anziana strega visita le case, lasciando regali per bambini buoni: una sorta di secondo Natale. È una delle tradizioni italiane più amate, ma chi è esattamente la Befana?

Origini della Befana
La Befana è comunemente rappresentata come una donna molto anziana, considerando che è anche più vecchia di Babbo Natale. La Befana è stata vista volare sulla sua scopa sin dal 13° secolo, le origini più antiche della leggenda possono essere fatte risalire addirittura alle celebrazioni pagane nell’antica Roma. Ci sono figure corrispondenti in altri paesi, come la dea germanica Holda, o Perchta nel folclore alpino, come la Befana, sono personificazioni femminili dell’inverno. Ci sono alcuni interessanti parallelismi tra i rituali pagani nell’antica Roma e l’attuale Befana. I romani celebravano la morte e la rinascita della natura la dodicesima notte dopo il solstizio d’inverno, in altre parole intorno al 6 gennaio. Madre Natura prese anche le sembianze di una donna che volava sui campi, promettendo un raccolto abbondante nell’anno a venire. La Befana è anche una donna volante, sicuramente non a caso!
Il nome “Befana” deriva da “Epifania”. Le origini pagane del personaggio erano originariamente problematiche per la Chiesa cattolica, ma negli anni la Befana fu gradualmente accettata. La leggenda riporta che i tre Magi (la tradizione popolare cristiana li ha spesso identificati come i tre saggi o i tre re e ha assegnato loro i nomi di Melchiorre, Baldassarre e Gaspare), nel loro viaggio furono fermati da una vecchia donna con una scopa, chiese loro dove stavano andando. Risposero che stavano seguendo una stella che li avrebbe portati da un neonato, invitandola a seguirli. Lei rispose che era impegnata a spazzare e pulire e non andò.
La donna quando si rese conto che il bambino era il Redentore che tutto il mondo stava aspettando, iniziò il suo grande rimpianto, da allora continua a vagare per l’Italia e ogni Epifania (ogni 6 gennaio, quando i tre Magi finalmente trovano il Bambino Gesù), inizia a premiare i bambini buoni, deludendo quelli cattivi.

Come si celebra la Befana in Italia?
La Befana per gli adulti è un’occasione per godersi una giornata di ferie lavorative, solitamente a casa con la famiglia. Segna la fine di un lungo periodo di vacanze, riposo e relax prima dell’inizio dell’anno.
La Befana per i bambini è un mini-Natale: la sera del 5 gennaio lasciano le calze appese, sperando di ricevere piccoli regali e dolci, in teoria quelli che si sono comportati male troveranno nelle calze il “carbone dolce”, un dolce a base di zucchero, tuorlo d’uovo e colorante nero.

L’emergenza provocata dal coronavirus Covid-19 ha colpito anche la Befana
La Befana è festeggiata anche in tutta Italia con mercatini, feste e giochi per bambini. L’esempio più noto è la Festa della Befana a Piazza Navona a Roma, tipicamente comprende una giostra, spettacoli di marionette e bancarelle di cibo. L’edizione 2020-2021 è stata sospesa in attuazione delle disposizioni sanitarie nazionali per il contenimento dei contagi e su richiesta di 33 operatori titolari di concessione.

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →