Ecco Salt la lampada e caricabatterie USB, funziona con acqua e sale

La geniale invenzione arriva dalle Filippine, si chiama Salt è una lampada la cui fonte di energia è niente di meno che l’acqua salata, può lavorare anche con l’acqua di mare.
Gli inventori Aisa Mijeno (Co-fondatore e Amministratore Delegato), Raphael Mijeno (Co-fondatore e Chief Financial Office) e Joefrey Frias (Chief Operating Officer), hanno sviluppato il dispositivo per le zone rurali, dove le persone non hanno luce e spesso la loro unica fonte d’illuminazione è data da lampade alimentate a cherosene, con inevitabile fumo inquinante nelle case.
La fonte d’illuminazione della lampada Salt è composta di un contenitore con una luce LED, un anodo e un catodo. L’acqua salata è il mezzo attraverso cui questi cominciano a rilasciare elettroni e la luce. Il dispositivo è dotato di una porta USB per ricaricare un cellulare o un tablet.

Otto ore di luce, con un bicchiere d’acqua e due cucchiai di sale
Aisa Mijeno membro della facoltà di Ingegneria dell’Università De La Salle a Lipa e membro di Greenpeace Filippine, ha detto:
«Ci sono oltre 7.000 isole delle Filippine, la maggior parte di queste non ha accesso all’elettricità, la popolazione utilizza lampade a cherosene e candele. Vogliamo eliminare il costo sostenuto in questi settori per fornire una fonte di luce più efficiente per le persone che fanno uso di lampade e candele come fonte alternativa d’illuminazione.
L’utilizzo giornaliero della lampada Salt nel periodo di otto ore, con una corretta manutenzione, darà all’anodo una durata di vita di 6 mesi, in combinazione a una fonte di luce alternativa prolungherà la sua vita per più di un anno. All’interno della lampada non esistono materiali e componenti che può dar luogo a incendi, un problema in meno di cui preoccuparsi per le famiglie che utilizzano lampade a cherosene come principale fonte d’illuminazione.
La lampada Salt utilizza la scienza della cella galvanica, la base della batteria insieme a una soluzione salina non tossica, rende l’intero processo sicuro e innocuo, non emette gas nocivi, lascia una minima impronta di carbonio, la rende molto ecologica.
Le Filippine secondo uno studio condotto dalle Nazioni Unite, sono classificate al terzo posto in tutto il mondo come paese più incline alle calamità. In situazioni di emergenza per tifoni e terremoti, è essenziale una fornitura costante di cibo, acqua potabile e sorgente di luce sostenibile.
Lampada Salt è facile da usare, chi vive lungo la costa, non ha bisogno di creare la soluzione salina, per far funzionare la lampada può utilizzare anche l’acqua dell’oceano.
In conclusione non si tratta solo di una lampada e un caricabatterie USB, è un dispositivo sostenuto da un movimento sociale che cerca l’illuminazione sicura ed efficiente per le persone a basso reddito».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →