Brasile: proteine dei chicchi di caffè ottimi insetticidi (non dannosi per l’uomo) per proteggere le colture alimentari

Gli scienziati in Brasile hanno segnalato che i chicchi di caffè non tostati, contengono proteine che uccidono gli insetti, una scoperta che può condurre a nuovi insetticidi per la protezione delle colture alimentari.

Lo studio, che suggerisce un nuovo impiego per una delle più importanti colture tropicali del mondo (caffè), è stato pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry.
Piselli, fagioli e alcuni semi d’altre piante contengono proteine chiamate globuline, servono per allontanare gli insetti. I chicchi di caffè (non tostato) contengono grandi quantità di globuline (il forte calore della tostatura distrugge le globuline).
Paulo Mazzafera con il suo gruppo di ricercatori, per studiare l’attività insetticida delle proteine, ha condotto i test su alcune larve d’insetti che attaccano il fagiolo dell’occhio (piccolo legume di colore chiaro caratterizzato da una macchietta nera detta “occhio”). Hanno verificato che piccole quantità di proteine di caffè sono sufficienti per eliminare rapidamente metà degli insetti.
In futuro per distruggere i parassiti delle piante, si prevede d’inserire i geni di queste proteine (sembrano innocue per le persone), in importanti colture alimentari, come i cereali, in modo che le piante possano produrre i propri insetticidi.

, , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

2 thoughts on “Brasile: proteine dei chicchi di caffè ottimi insetticidi (non dannosi per l’uomo) per proteggere le colture alimentari

Lascia un commento