I famosi autobus rossi a due piani di Londra saranno alimentati con biocarburante ricavato dai fondi di caffè

Bio-bean Ltd. una società con sede a Londra, per l’iniziativa si è associata con Royal Dutch Shell Plc. Ogni anno produrrà 6.000 litri di carburante. Arthur Kay fondatore di Bio-bean ha detto: «E’ davvero grandioso creare biodiesel con il 20% di olio presente nei fondi del caffè».
Le aziende mentre la pressione pubblica si oppone all’uso di terreni agricoli o colture per i biocarburanti, sono sempre più concentrate sui biocarburanti prodotti dai rifiuti alimentari come l’olio da cucina usato e le piante non commestibili. Le colture di mais e canna da zucchero sono trasformate in etanolo per essere utilizzato nei motori  negli Stati Uniti e Sud America.
Bio-bean per raccogliere i fondi di caffè ha stretto una partnership con migliaia di caffetterie in tutto il Regno Unito, tra questi Costa Coffee Ltd. e Caffe Nero (la casa madre è Italian Coffee Holdings Ltd., con sede a Londra).
Il Regno Unito ogni anno produce 500.000 tonnellate di fondi di caffè, potranno essere convertite in biocarburante presso lo stabilimento di Bio-bean nel Cambridgeshire, dove sarà miscelato con il normale gasolio con prodotto finito al 20%. Sarà quindi spedito a una cisterna centrale, dove si riforniscono gli autobus di Londra.
Bio-bean produce anche 50.000 tonnellate l’anno di palline di biomassa solida e bricchette da utilizzare per il riscaldamento domestico e nelle stufe.
Bio-bean è stata fondata nel 2013, ha ricevuto finanziamenti dal governo britannico, dalla Shell e dagli investitori privati. Sta progettando di espandersi in tutto il Regno Unito, nell’Europa continentale e negli Stati Uniti. Arthur Kay ha aggiunto:
«Fondamentalmente stiamo cercando luoghi, dove si beve un’enorme quantità di caffè e dove ci sono fabbriche di caffè istantaneo».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.

View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Notify via Email Only if someone replies to My Comment