Basta fare la guerra ai peli pubici, la depilazione rende più vulnerabili alle infezioni da herpes

Emily Gibson, medico, responsabile di un centro di salute dello studente, ha lanciato un appello per invertire uno dei trend della moda dell’ultimo decennio, esploso con i saloni di bellezza che offrono la ceretta bikini, la depilazione laser e il vajazzling (per fini estetici, l’arte di applicare glitter e gioelli nelle parti più sensuali del corpo di una donna).
Il medico, ha chiesto la fine della “guerra al pelo pubico” sostenendo che sta aumentando il rischio di infezioni e di malattie sessualmente trasmissibili tra i giovani. Ha detto:
«E’ da una decina di anni che entrambi i sessi, a livello astronomico dedicano molto tempo, energia, denaro per la depilazione dei loro genitali. L’industria della depilazione genitale, compresi i professionisti medici che pubblicizzano i loro servizi specializzati per chi cerca il look “pulito e nudo“, è in crescita esponenziale.

Perché prendersela con gli umili peli del pube?
La depilazione dei genitali, secondo alcune teorie sociologiche ha a che fare con diversi aspetti collegati a:
– tendenze culturali, influenzate da personaggi del mondo dello spettacolo che si depilano per indossare micro costumi, bikini e G-String;
– un desiderio di ritorno all’infanzia;
– un maldestro tentativo di igiene;
– uno sforzo per essere più attraente per un partner.
I chirurghi, da tempo, hanno capito che effettivamente rasare la parte del corpo prima dell’intervento, anziché diminuire, aumenta le infezioni. E, poi, i peli pubici, non importa con quali armi costose e complesse sono rasati (lamette da barba, rasoi elettrici, pinzette, ceretta, creme depilatorie, l’elettrolisi), alla fine, ricrescono e vincono.
La rimozione dei peli pubici, naturalmente irrita e infiamma i follicoli, lasciando microscopiche ferite aperte nella zona rasata o cerata. L’irritazione quando si combina con l’ambiente caldo umido dei genitali, diventa un terreno di coltura fertile per alcuni dei più fastidiosi batteri patogeni, vale a dire lo Staphylococcus aureus e il suo recente mutato cugino, lo stafilococco meticillino-resistente (MRSA).
Il problema emerso è che non è affatto raro trovare pustole, papule e altre infiammazioni dei follicoli piliferi sui genitali rasati, sono in aumento bolle da stafilococco e ascessi  che, per drenare l’infezione, richiedono incisioni che causano cicatrici, in alcuni casi significative.
I medici stanno scoprendo che la zona pubica e i genitali appena depilati, sono maggiormente vulnerabili alle infezioni da herpes a causa delle ferite microscopiche esposte ai virus portati dalla bocca o dal contatto dei genitali con la conseguenza di una vulnerabilità alla diffusione di altre malattie sessualmente trasmissibili.

Utilità dei peli pubici
I peli pubici hanno uno scopo fondamentale, fornire un “cuscinetto” contro l’attrito che può causare abrasioni della pelle, offrono una protezione da lesioni, batteri e altri agenti patogeni indesiderati.
I peli pubici sono il risultato visibile dei primi segni che contraddistinguono il passaggio dall’infanzia all’adolescenza fino alla maturazione sessuale, nulla di cui vergognarsi o imbarazzarsi».

, , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento