In Argentina, lo sterco di mucca utilizzato per generare elettricità (Video)

Argentina Adecoagro, una multinazionale dell’agricoltura industriale, ha trasformato una delle sue fattorie da latte in una sorprendente fonte di energia. La nuova tecnica per generare energia da sterco di vacca ha dimostrato di fornire abbastanza elettricità da alimentare una città di 5.000 residenti. Il suo sistema di biodigestori con una capacità di 1,4 megawatt ha iniziato a funzionare a novembre nei suoi capannoni all’avanguardia a Christophersen, nella provincia di Santa Fe, a ovest di Buenos Aires.
Il sistema è stato inaugurato il mese scorso dal ministro dell’Agricoltura argentino Luis Miguel Etchevehere, ha definito il generatore di corrente elettrica  “assolutamente rivoluzionario” per dimensioni e innovazione. Argentina Adecoagro è già un modello all’avanguardia di produzione lattiero-casearia, le sue 7.000 vacche sono descritte come animali che vivono comodamente con il minimo stress in grandi stalle climatizzate, dove sono alimentate, dormono su letti di sabbia, hanno sistemi di pulizia automatici. Il terreno circostante, situato nel cuore della pampa umida, è utilizzato per colture destinate al loro foraggio.
Le eccellenti condizioni hanno contribuito ad aumentare la produzione di latte, ogni mucca ne produce 37 litri il giorno, rispetto alla media nazionale di 18 litri. La mungitura della durata di otto minuti avviene su nastri trasportatori, possono contenere 80 vacche alla volta. La fattoria munge così 500 mucche all’ora per sette ore il giorno, producendo 250.000 litri di latte il giorno.

L’unico problema era che cosa fare con i rifiuti prodotti da queste mucche felici, a quanto pare possono lasciare lo sterco, dove vogliono, dai percorsi ai loro letti di sabbia, ciò richiede una pulizia costante. L’azienda per trasformare questi rifiuti in energia dal 2016 ha deciso di utilizzare Renov.Ar, un programma del Ministero dell’Energia.
Lo sterco di mucca separato dalla sabbia, continuamente è inviato in tre grandi serbatoi ermeticamente sigillati (i biodigestori). Lì i batteri “metanizzanti” agiscono su di loro per produrre gas metano che alimenta un grande generatore. La tecnologia di progettazione italiana ha un costo di 6 milioni di dollari.
Argentina Adecoagro sta pianificando di raddoppiare il caseificio per contenere 14.000 mucche, concentra le sue attività in tre aree: canna da zucchero ed etanolo (in Brasile), latte e riso (Argentina) e cereali in entrambi i paesi e in Uruguay. Impiega 8.000 lavoratori a livello globale.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento