Deep Green l'aquilone subacqueo, sfrutta le correnti marine per generare elettricità (Video)

Tecnology – How nice to move the electric train toy with the energy of an underwater kite


The turbine, known as “Deep Green” was developed by a privately-owned Swedish/UK company, Minesto, and is intended to be tethered 100 meters above the sea bottom. It has a wingspan of 12 meters and a turbine one meter in diameter. The “kite” comprises a wing with a rudder to steer the turbine to face in the direction that will allow it to capture the maximum amount of tidal energy, and generate up to 500 kW of electricity.
There are two major types of tidal energy generator installations at present: one is the tidal barrage, which works in a similar way to a hydroelectric power station, and the other uses the flow of the tide and works in a similar way to wind power installations.
In comparison with other tidal systems Deep Green is lightweight and much smaller, which translates to lower manufacturing costs.
According Ted Rosendahl, chief technical officer with Minesto, the design will enable Deep Green to operate efficiently at greater depths and with lower current velocities than other tidal energy generators, which opens up new areas of the sea for tidal power generation.
Deep Green’s unique ability to work in deep water where there is low velocity water movement means it can operate cost effectively in areas otherwise unavailable for power generation.
_______________
Italian version
Deep Green l’aquilone subacqueo, sfrutta le correnti marine per generare elettricità (Video)

La tecnologia di Deep Green in qualche modo simile all’azione dell’aquilone che sfrutta il vento per volare, converte il movimento dei flussi delle maree per generare elettricità.
La turbina sottomarina chiamata "aquilone subacqueo", per il test previsto nel 2011, ha appena ottenuto finanziamenti da parte degli investitori.
La turbina, conosciuta come "Deep Green", progettata da una società privata svedese UK, Minesto, può operare a una profondità di 100 metri sotto il livello del mare. Ha un’apertura alare di 12 metri e una turbina di un metro di diametro.
L’aquilone comprende un’ala con un timone per governare la turbina in modo da sfruttare l’assetto migliore per catturare la massima quantità di energia dalla marea, e generare fino a 500 kW di energia elettrica.
Ted Rosendahl, direttore tecnico della Minesto, ha detto che il progetto consentirà alla turbina Deep Green di operare in modo efficace a profondità maggiori e con una minore velocità di corrente rispetto ad altri generatori di energia di marea.
La turbina Deep Green ha la capacità unica di lavorare in acque profonde, dove è presente una bassa velocità di movimento dell’acqua, ciò significa che può operare in maniera economicamente efficace in aree solitamente non disponibili per la produzione di energia.
Attualmente ci sono due tipi d’impianti generatori di energia di marea: uno è lo sbarramento di marea, funziona in modo simile a una centrale idroelettrica; l’altro utilizza il flusso della marea e lavora in modo simile a impianti a energia eolica.
In confronto con altri sistemi, la turbina Deep Green è leggera e molto più piccola, ciò si traduce in costi di produzione inferiori.
La società riceverà due milioni di euro (circa 2,5 milioni di dollari americani) per il finanziamento degli investimenti per testare nel 2011 un prototipo della turbina in scala 1:4 al largo delle coste dell’Irlanda del Nord.
Il passo successivo – dipende del buon esito del test -, sarà quello di testare un impianto dimostrativo su larga scala con un massimo di dieci "aquiloni". Il finanziamento necessario per questa fase è previsto in circa 40 milioni di euro.
Ted Rosendahl ha detto che la società si augura, nel giro di quattro anni, di mettere in commercio la turbina Deep Green.
La produzione di energia delle maree di solito è più costosa di quella eolica o solare, ma la prevedibilità delle maree compensa il costo aggiuntivo iniziale, perché a differenza dell’energia solare ed eolica (dipende dalla disponibilità di giornate di sole o di vento), quella che sfrutta le correnti marine è disponibile ogni giorno dell’anno.
, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento