Ecco Watly il dispositivo che purifica l’acqua, produce elettricità, fornisce connessione Internet (video)

Fonti alternative di energia elettrica e metodi più sicuri per purificare l’acqua continuano a essere problemi che molti team tecnici stanno cercando di risolvere. Marco Attisani Ceo di Watly e il suo team pensa di aver risolto con un unico dispositivo, in grado di fornire anche una connessione Internet.
Watly è descritto come il più grande computer termodinamico, utilizza l’energia solare per generare elettricità, creare una connessione internet da qualsiasi luogo, e anche purificare fino a 5.000 litri d’acqua il giorno. Il team ha stimato che Watly nel corso di 15 anni, sarà in grado di ridurre più di 2.000 tonnellate di emissioni di gas serra.

Il team sulla propria pagina di Indiegogo spiega il funzionamento autonomo del dispositivo:
«Watly genera la stessa energia necessaria al suo funzionamento, non deve essere collegato a una rete elettrica, produce energia elettrica per alimentare i propri circuiti elettronici interni così come i dispositivi esterni (computer portatili, telefoni cellulari, lampade portatili).
Inoltre, può “raccogliere e inviare qualsiasi tipo di dati (video, immagini, audio, testi, rapporti, ecc) a Internet, e a qualsiasi altro compatibile dispositivo di comunicazione».
Il team ha stimato che Watly può essere operativo per più di 10 anni. La startup (in parte italiana) ha vinto il premio Horizon 2020 e un finanziamento di circa 2 milioni di euro. Adesso è il turno di una campagna di crowdfunding su Indiegogo. Obiettivo: 75 mila dollari con il modello della ricompensa. I donatori più generosi (con 5 mila dollari) avranno la possibilità di unirsi al team di Watly in Africa e partecipare al documentario di Discovery Channel che seguirà il processo di messa in funzione della tecnologia.
Marco Attisani in questa intervista ha detto:
«Watly nasce con lo scopo di trasformare lo standard di vita di milioni di persone. Secondo le ultime stime della World Health Organization, due miliardi di persone sono prive di elettricità nonostante che sulle nostre teste abbiamo una risorsa energetica illimitata: il sole.
A differenza di quanto pensa la maggior parte delle persone, quello che uccide 5000 persone ogni giorno, non é la mancanza d’acqua ma l’acqua contaminata di batteri, metalli pesanti, arsenico tra le diverse sostanze nocive. In sostanza, mancano le infrastrutture adatte per ripulire l’acqua salata e contaminata. Partendo da questa considerazione abbiamo sviluppato Watly, il primo computer al mondo che, funzionando a energia solare, purifica l’acqua da qualsiasi fonte di contaminazione, genera energia elettrica e permette la connettività Internet, ovunque sia installato».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →