Erming RS al mondo è la prima applicazione online gratuita per controllare e curare l’acufene

Il dott. Li Huawei, sviluppatore dell’applicazione presso la Shanghai Eye and ENT Hospital (in Cina è un importante, specializzato centro ospedaliero, integra cure mediche, istruzione e ricerca, fornendo assistenza ai pazienti per la salute di occhi, orecchie, naso, gola, testa e collo), ha detto:
«Le persone che soffrono di acufene ora possono controllare e curare la loro condizione utilizzando una gratuita applicazione per smartphone».
Erming RS, o sistema di recupero dell’acufene, al mondo è la prima piattaforma per il controllo, la diagnosi e il trattamento dell’acufene. E’ disponibile negli app store sia per iOS sia per Android, al momento, è solo in cinese, ma è in fase di sviluppo un sistema di nuova generazione, sarà bilingue e fungerà anche da grande raccoglitore di dati e piattaforma di gestione del paziente, mentre educa le persone alla prevenzione e al controllo.
L’incidenza dell’acufene tra gli adulti varia dal 10 al 15 percento, l’acufene nella maggior parte delle persone può essere correlato alla perdita dell’udito. Tuttavia, circa il 60-70% dei pazienti non ha primarie specifiche patologie dell’orecchio come le infezioni dell’orecchio medio. L’acufene può essere causato anche da carichi di lavoro pesanti, l’ansia, disturbi depressivi e l’uso improprio di cuffie auricolari.
Il sistema online offre 12 dei toni o dei suoni più comuni per consentire alle persone di abbinare il tono del loro acufene. I malati possono quindi ricevere una terapia del suono personalizzata in base alla frequenza e alle caratteristiche del loro acufene.
Il dott. Li Huawei, in conclusione ha detto:
«I suoni per la terapia dell’acufene spesso sono noiosi e sgradevoli, soprattutto per questo il nostro trattamento dell’acufene con i suoni è modulato da musica rilassante per consentire ai pazienti di rimanere più a lungo all’ascolto. Le prove hanno dato risultati positivi».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento