Amare sorprese, una donna torna al paese, non trova più la sua casa, è stata demolita per errore

Tornando a casa dopo un periodo d’assenza, si può immaginare di trovare spiacevoli sorprese: l’acqua che filtra dal tetto, il canarino scappato dalla gabbia, la porta o le finestre, sfondate dai ladri entrati in casa per rubare.
Una donna russa, Lyudmila Martemyanova, quando è tornata al suo paese, ha trovato una sorpresa che più sorpresa non si può: la sua casa era sparita, abbattuta erroneamente dagli operai di una ditta di demolizioni.
Un procuratore locale, Nikolai Govorkov, ha detto che l’impresa di costruzioni, per errore, aveva abbattuto la casa di Lyudmila, invece di quella a fianco, segnata per la demolizione.
Molti russi si sono lamentati per i modi spicci con cui sono sfrattati ed inadeguatamente compensati per la demolizione delle loro vecchie case, per far spazio a nuovi insediamenti.
Il caso di Martemyanova è estremo, anche se può sempre ripetersi. Lei si è rivolta al Tribunale. Ha rifiutato l’offerta in denaro del costruttore, dicendo che quel denaro non era sufficiente per prendere una stanza, alla periferia della città.
L’udienza in tribunale inizierà a breve, nel frattempo Martemyanova, senza più casa, per trovare un posto dove dormire è costretta a fare la spola tra la casa della figlia e quella della sorella.

Liberamente tradotto da NewsYahoo

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

2 thoughts on “Amare sorprese, una donna torna al paese, non trova più la sua casa, è stata demolita per errore

  1. La nuova russia ha conservato molti difetti della vecchia.

    Il disprezzo per le persone, ad esempio, non è molto diverso. Invece che in nome del sol dell’avvenire è in nome del profitto..

    Nopn credo che per la signora Martemyanova abbbia fatto una grande differenza…

Lascia un commento