Dedicato a Rachel Corrie …

 

8 marzo 2004
Dedicato a Rachel Corrie

 Ciao Rachel,/
ho visto il tuo sorriso e ho ascoltato la tua voce/ tra le mimose in fiore./

Rachel Corrie, 23 anni, attivista statunitense, è stata assassinata il 16 marzo 2003, schiacciata da una ruspa israeliana. Rachel tentava di evitare che la ruspa demolisse l’abitazione di un medico palestinese nella Striscia di Gaza.
Nelle sue ultime lettere racconta ai familiari la Palestina che ha conosciuto partecipando alle azioni dell’International Solidarity Movement.

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

22 thoughts on “Dedicato a Rachel Corrie …

  1. bravo patti..per favore..mettilo assolutamente in battelloebbro..se lo merita..grazie molte,anche di questo post..

  2. Patti… che dire… da te potevo aspettarmi nient’altro che questa immensa capacità di capire le cose oltre l’evidente… Rachel Corrie è il simbolo della gioventù che tanti, troppi oggi considerano superficiale e senza ideali… e che invece, silenziosamente dimostra di essere presente, consapevole fino alla morte, delle ingiustizie del mondo, e che combatte, nonostante tutto, contro di esse. Grazie, per averla ricordata in un giorno che dovrebbe essere solo questo: consapevolezza e impegno. Un abbraccio, con stima sempre più grande, Ipanema

  3. lei e utte quelle donne che soffrono e muoiono vittime di ogni sopruso. Una mimosa. peccato che nn basti.

  4. Vengo a risponderti anche qui..

    Patt sei tu che hai dato l’input a me. Sono io a doverti dire grazie.Di cuore ..per la tua sensibilità , la tua saggezza e il tuo spessore che non smentisci nemmeno in occasioni vissute frivolamente da tanti/e..un bacio

  5. si fatta …e andata in onda sulla radio università di Siena martedì scorso …tra un po ci dovrebbe essere l’mp3 sul sito dei redattori…

  6. Ero a Bologna, in quei giorni di quasi un anno fa.
    E proprio una settimana dopo, le Donne in Nero invitarono un’attivista italiana, che era stata là negli stessi giorni di Rachel, fino a poco prima dell’incidente, a parlare e a descrivere quel che era successo.
    Come la penso ho avuto modo di scriverlo nei commenti di Quattro e un quarto tempo fa.

    Patt, dovresti correggere il cognome di Rachel nel post, è Corrie, non Corey come nell’articolo del Mattino.

    A presto.

  7. il giorno che nessuna donna sarà costretta a indossare un burqa o a morire per un ideale sarà la festa della donna!!! per gli ideali si dovrebbe VIVERE! un bacio

Lascia un commento