Turisti in Italia: ecco i dieci errori più imbarazzanti da evitare nella lingua italiana

La lingua italiana può essere un campo minato per i turisti, per esempio è sufficiente una “o” oppure una “a” fuori posto per generare conseguenze potenzialmente disastrose. Ecco la lista dei dieci errori più imbarazzanti da evitare.

1 – Conservanti / preservativi – Non tutte le parole in italiano significano la stessa cosa delle omologhe parole inglesi. Purtroppo, “preservativo” in italiano non è la parola inglese “preservatives” (conservanti), in realtà è “preservativo” (profilattico). Quindi, se siete il tipo di persona che si ostina a mangiare alimenti biologici privi di conservanti (preservatives), fatevi un favore, imparate bene il significato della parola “conservanti”.

2 – Pisolino / Pisello – E’ un caldo pomeriggio d’estate, ti piacerebbe schiacciare un pisolino. Attenzione, quando informate i vostri ospiti italiani che desiderate farvi un “pisello”, vi possono guardare con un misto di stupore e divertimento. La parola che stavi cercando in realtà è “pisolino”, l’hai confusa con “pisello” significa pene.

3 – Scopare – E’ tempo di fare un po’ di pulizie di primavera, così quando un amico italiano invia un SMS per chiedere se sei libera per un caffè, tu rispondi con un SMS che prima devi finire di scopare. E’ solo quando il tuo amico richiama e ride, ti rendi conto che pensava che intendessi qualcos’altro.
Confusamente, “scopare” può significare “spazzare” ma anche la parola “volgare” per dire di avere voglia di “fare sesso”. Per evitare malintesi utilizza il verbo “pulire” (per pulizia).

4 – Penne / pene – Penne è il tipo di pasta preferita di molte persone. Mangiarti una cruciale lettera “n” di “penne”, tuttavia, ti porta ancora una volta a fare riferimenti ai genitali maschili (pene).
La prossima volta che dici al tuo ragazzo del tuo cibo preferito italiano, fai attenzione alla doppia “n” per non dare l’idea sbagliata …

5 – Scoraggiare / scoreggiare – Questo è forse il miglior esempio di come può essere frainteso il significato innocente di una parola italiana. Tutto quello che volevi fare, era confortare il tuo vicino di casa in lacrime perché ha appena perso il lavoro. Invece di dire “Non ti scoraggiare” (Non mollare), gli hai detto: “Non ti scoreggiare” (Non scoreggiare).

6 – Pecorino / pecorina – Il cibo è probabilmente l’argomento di conversazione più comune in Italia, per questo si dovrebbe stare attenti a questa trappola. Mettiamo il caso che vuoi dire agli amici, quanto ami il “pecorino”, un famoso formaggio di latte di pecora. Invece hai detto che ami la “pecorina”: in pratica hai rivelato che ti piace fare sesso alla pecorina.

7 – Fico / Fica Se hai assaggiato i fichi italiani, sapresti che non sono secondi a nessuno. Molti stranieri hanno così paura di pronunciare male “fico” come “fica” che evita del tutto.
Giusto per confondere le cose, “fico” in italiano ha anche il significato di qualcosa di bello.

8 – Fon / telefono – Questo errore non è tanto imbarazzante quanto veramente frustrante. Se vi trovate con una famiglia italiana e avete la necessità di utilizzare il telefono (phone), ricordate la parola “telefono” o vi troverete a che fare con un “fon” (asciugacapelli).

9 – Guardare / Guidare – Confondere le due parole è un errore apparentemente innocente ma nella situazione sbagliata, può avere conseguenze disastrose. Immaginate di essere in un bar con il vostro bambino addormentato e avete bisogno di andare al gabinetto, chiedete al barista di vegliare sul piccolo. Invece di chiedergli di “guardare” il tuo bambino, avete appena chiesto di “guidarlo”.

10 – Sono calda / sento caldo – Sei bloccata su un autobus pieno zeppo di persone al centro di Roma in una giornata bollente della calda estate. Esasperata, borbotti “Sono calda!”. Attenzione, invece di parlare di temperatura nel bus, hai appena proclamato a una marea di gente che sei in calore, attraente.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →