Test DNA rivela verità inaspettata: coppia di gemelle ha padri differenti

Una causa di paternità intentata da un uomo per contestare il pagamento dell’assegno di mantenimento per una coppia di gemelle ha preso una piega inaspettata dopo i risultati di un test del DNA ordinato dal giudice.
Il test del DNA ha rivelato che l’uomo (per motivi legali è identificato solo con le sue iniziali, AS), è stato “quasi certamente” il padre di una delle due gemelle, non dell’altra.
Sohail Mohammad giudice della Corte Superiore del New Jersey, in un caso che ha descritto come raro, ma non senza precedenti, ha stabilito che le due gemelle erano state generate da due uomini diversi.
La madre, identificata come TM, nel gennaio 2013 dopo aver dato alla luce le due gemelle, al momento di fare la domanda per l’assistenza pubblica aveva indicato AS come l’uomo che credeva essere il loro padre.
La battaglia legale è iniziata dopo che AS ha negato la paternità sulla base che la relazione sessuale con la donna non era stata esclusiva. I servizi sociali hanno richiesto un test del DNA dopo che TM ha ammesso di essere andata a letto con un altro uomo nella stessa settimana in cui aveva fatto sesso con AS.
I risultati del DNA quando sono arrivati nel mese di novembre, hanno sconvolto le due parti in causa. Il giudice Sohail Mohammad in una sentenza emessa all’inizio di questa settimana, nel citare altri due casi finiti in tribunale, ha detto: «E’ possibile per una donna avere due dei suoi ovuli fecondati da due uomini diversi, se ha fatto sesso con entrambi durante lo stesso ciclo mestruale».
Medici e ricercatori sono a conoscenza del fenomeno dal 1970, ma è così raro che il dott. Karl-Hans Wurzinger uno dei maggiori esperti nel campo con 25 anni di test del DNA, intervenuto durante l’udienza in tribunale, alla Corte ha detto di aver riscontrato solo sei casi l’anno. Il tasso d’incidenza di gemelli da padri diversi nel 1977 era di 1 ogni 13.000 casi di paternità.
Oggi, si ritiene che l’incidenza di gemelli di due papà stia aumentando a un tasso superiore rispetto a cinquanta anni fa, a causa principalmente di tecnologie assistive riproduttive, l’induzione dell’ovulazione, la promiscuità e di altri fattori.
Il giudice Sohail Mohammad ha ordinato ad AS, che si rappresentava in giudizio, a pagare la somma di 28 dollari a settimana come assegno di mantenimento per una delle due gemelle.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →